Atuttapagina.it

Cosilam, martedì l’assemblea dei soci

Ultimi preparativi per l’assemblea dei soci del Cosilam, in programma martedì alle 16:30 presso la sala conferenza del Polo logistico. Molti gli argomenti che saranno presentati dal Consiglio d’Amministrazione e trattati da tutti i 46 enti pubblici e privati che costituiscono l’assise del Cosilam.
Tra i temi che saranno affrontati c’è la situazione economica del Consorzio del Lazio Meridionale. Il Cda esporrà a tutti i soci l’attività dell’ente, con particolare attenzione alle politiche di contenimento dei costi e alle strategie di incremento dei ricavi. Tuttavia i problemi maggiori per il bilancio sono legati ai crediti che il Cosilam vanta, in particolare, nei confronti della Regione Lazio. Allo stato attuale l’Ente di Sviluppo del Lazio Meridionale vanta un credito di oltre 10 milioni di euro nei confronti della Pisana, mentre ammontano a più di 250 mila euro le quote che i Comuni soci del Cosilam ancora non hanno versato. Un problema, questo, che perdura da molti anni e che è stato possibile arginare fino ad oggi grazie ad una serie di iniziative come la cessione del credito (factoring) che ha permesso di mantenere gli impegni presi e di realizzare le opere programmate.
Altro argomento di confronto sarà la divisione del patrimonio immobiliare e delle competenze territoriali tra Consorzio Asi e Cosilam. Ad oggi il Consorzio Asi gestisce – e ne percepisce gli utili – l’acquedotto industriale Cassino-Pontecorvo, il raccordo ferroviario Fiat e l’impianto di depurazione Cassino-Pontecorvo. Situazione più complessa, invece, per l’impianto di depurazione di Villa Santa Lucia, che è situato su un terreno di proprietà del Consorzio Asi. La gestione di tutti questi impianti, che ricadono nel territorio del Cassinate e quindi di competenza del Cosilam, garantisce al Consorzio di Frosinone risorse annue di oltre 800 mila euro. Utili prodotti nel Cassinate, ma che vengono reimpiegati per la realizzazione di attività e progetti nell’area di competenza dell’Asi, ovvero nel Frusinate.
Di tutto questo se ne discuterà con attenzione nel corso dell’assemblea di martedì, cercando di individuare, insieme ai soci, le strategie da mettere in campo per risolvere queste annose problematiche.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni