Atuttapagina.it

Fatti di sport, a Frosinone vince la solidarietà

Grande partecipazione popolare questa mattina alla Villa comunale di Frosinone per la manifestazione promossa dal gruppo “Associazioni sociali e sportive italiane” con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Frosinone. L’iniziativa, rivolta a persone di tutte le fasce di età ed in particolare alle giovani generazioni, è andata avanti per tutta la mattinata all’insegna del divertimento e della socializzazione. Tantissime persone, infatti, hanno dato vita ad una serie di attività sportive, in particolare vi sono state competizioni di calcetto, di atletica leggera, esibizioni di danza, fitness, arti marziali ed anche un motoraduno. Grande soddisfazione è stata espressa dal responsabile regionale del gruppo sportivo Fabio Bracaglia – che ha curato l’iniziativa insieme alla responsabile provinciale Raffaela Marcoccia, a Luigi Ciavardini e a Cinzia Moretti – che ha così commentato l’iniziativa: «E’ stata davvero una giornata di grande sport e divertimento in cui centinaia di atleti di ogni età si sono esibiti con una cornice di pubblico davvero eccezionale. Voglio in particolare ringraziare l’amministrazione comunale per aver fortemente creduto nella nostra iniziativa, la direzione del  carcere di Frosinone con cui stiamo portando avanti diverse iniziative per favorire il reinserimento nella società dei detenuti, anche grazie ai valori dello sport, tutte le persone e le associazioni sportive intervenute e le tantissime persone che hanno riempito l’arena della Villa comunale per una indimenticabile giornata di sport, divertimento e socializzazione». Entusiasta dell’iniziativa il vicesindaco Fulvio De Santis, che ha portato il saluto dell’amministrazione comunale. «Momenti di aggregazione e socializzazione come questi – ha commentato De Santis -, rivolti in particolare alla giovani generazioni e a categorie che cercano il reinserimento nella società, sono senz’altro da elogiare, promuovere e sostenere. In particolare educare i giovani ai valori dello sport, del confronto, della socializzazione, della partecipazione, della contesa leale sono un obbligo per noi adulti, che abbiamo il dovere morale di educare le giovani generazioni. Lo sport in particolare, al pari della cultura e dell’arte, può contribuire alla formazione morale dei giovani di oggi che saranno la classe dirigente del domani. Vedere tanti bambini, accompagnati dai loro genitori, parenti e amici, ed anche tanti adulti gareggiare nel nome della sana competizione sportiva e del divertimento puro, ci riempie davvero di gioia. L’amministrazione Ottaviani crede fortemente nel valore educativo dello sport e promuove fattivamente la sua valorizzazione su tutto il territorio comunale».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni