Atuttapagina.it

Frosinone, il colonnello Del Piano saluta la città

«Intenso, stimolante, impegnativo e a tratti stressante». Ha sintetizzato così il suo anno alla guida della Polizia Locale di Frosinone il colonnello Carlo Del Piano. Tra qualche giorno Del Piano lascerà il suo incarico e oggi ha voluto salutare la città di Frosinone: «Il 10 dicembre, alla scadenza del mio contratto con il Comune, lascerò l’incarico di Comandante della Polizia Locale di Frosinone per far rientro nella Guardia di Finanza, Corpo da cui, orgogliosamente, provengo.
L’anno trascorso a Frosinone è stato molto intenso e mi ha visto affrontare tematiche nuove e complesse in un ambiente dove, negli ultimi anni, si erano registrati episodi che avevano offuscato pesantemente l’immagine del Corpo dei vigili.
Il lavoro è stato intenso, stimolante, impegnativo, a tratti stressante, ma, grazie alla collaborazione dei miei vigili, all’impegno ed al sostegno di molti cittadini e di tutte le Istituzioni, siamo riusciti ad offrire il nostro piccolo contributo alle grandi problematiche che affliggono da anni la nostra città.
Intensa e variegata è stata la mia esperienza ciociara. Tra i primissimi interventi come dimenticare le famigerate “domeniche ecologiche”, obbligatorie ma da molti odiate, dove i nostri ragazzi, “vedette insonni” che presidiano i confini della nostra città, si sono visti apostrofare con ogni sorta di epiteto e con calma e fermezza sono riusciti a far rispettare la legge.
Tra i miei primi interventi ricordo la riorganizzazione del Corpo della Polizia Locale, un Corpo ormai troppo piccolo e anziano per sostenere il peso dei numerosissimi compiti che, nel tempo, le varie norme gli hanno assegnato.
La buona volontà e la nuova riorganizzazione, con turni protratti fino alle ore notturne, ci hanno consentito nel corso dell’anno in tutti i settori di ottenere risultati brillanti, ma soprattutto di aumentare la presenza dei nostri vigili tra la gente, non solo per reprimere ma per dare sicurezza e per educare al rispetto della legalità.
Una strada in salita, irta di ostacoli, ma dove, lentamente ma inesorabilmente, stavo cercando di tracciare un nuovo percorso. Un percorso che richiederà necessariamente un grande sforzo per investire sulla sicurezza, risorse importanti che consentano un ricambio generazionale oramai non più procrastinabile.
Numerose le attività realizzate ed in corso di realizzazione per cercare di aumentare la percezione di sicurezza sul nostro territorio.
Molti gli ostacoli, ma moltissimi gli apprezzamenti ricevuti dalla maggior parte dei cittadini che hanno riconosciuto la bontà del nostro lavoro.
Strisce pedonali rialzate, rifacimento della segnaletica stradale, fioriere automatizzate, riavvio procedure per riattivazione delle telecamere, avvio servizio nonni vigile, assistenza nel servizio di assistenza “Piedibus”, rivisitazione sito Polizia Locale, attivazione nuovo numero Polizia Locale, assistenza estate frusinate, isole pedonali e tutte le manifestazioni che hanno coinvolto il nostro Comune, partecipazione ad iniziative di solidarietà e di educazione stradale presso i plessi scolastici e organizzazione della prima giornata della sicurezza stradale presso la Villa Comunale, realizzazione spartitraffico via Don Minzoni, predisposizione nuove rotatorie e miglioramento viabilità zona Scalo, progetti per nuove sperimentazioni in via Tiravanti, La Botte, Mastruccia, organizzazione corsi di formazione interni, convenzione con la ASL per il controllo dei parcheggi interni, predisposizione attività propedeutiche per l’acquisto di pannelli luminosi a messaggio variabile, attività propedeutiche alla riattivazione degli speed check collocati sul territorio comunale, verifica acquisto strumentazioni per il rilevamento automatico della velocità e photo-red, incremento utilizzo attrezzature in dotazione al Corpo, progetti in materia di usura con associazione Cofile, progetto spostamento sede Polizia Locale al Forum.
Tutto questo ha fatto da corollario alle numerosissime altre attività che ci hanno visti quotidianamente impegnati in materia di viabilità, polizia giudiziaria, ambientale, amministrativa, commerciale, tributaria, infortunistica, segnaletica, relazioni con il pubblico, assistenza davanti ai plessi scolastici, di rappresentanza e nei casi di emergenza (frane, smottamenti, neve).
Un anno davvero intenso, indimenticabile, dove tra mille difficoltà ambientali e non, ho profuso il mio impegno per cercare di cambiare qualcosa.
Vado via con il rammarico di avere pianificato ed avviato numerose altre attività che, purtroppo, non potrò portare avanti, ma con l’auspicio che lo faccia il mio successore, con lo stesso entusiasmo che ho provato a profondere e a trasmettere ai miei vigili.
Lascio un Corpo sano, con donne e uomini orgogliosi di indossare questa divisa, consapevoli delle difficoltà che il nostro Comune ha attraversato e sta attraversando, senza pretese particolari.
Lavoratori che raggiungono ogni giorno i loro obiettivi senza per questo ricevere compensi aggiuntivi ma un semplice grazie dal loro Comandante o dai loro cittadini.
Proseguirò, per quanto mi sarà possibile, ad offrire il mio incondizionato impegno civile per questa città, la mia città, nella speranza che la politica e la volontà del cambiamento di cui questa Amministrazione si è fatta promotrice prima o poi darà i suoi frutti e nella certezza che, per cambiare davvero, dobbiamo esserne convinti tutti: amministratori, dirigenti, funzionari, impiegati e tutti i cittadini.
Ringrazio infine il mio assessore, ingegnere Blasi, i miei 40 vigili e i tre ufficiali per il grande impegno, il sostegno e la lealtà che mi hanno assicurato in questo anno, dove mi hanno sempre dimostrato, nei momenti importanti, di indossare con orgoglio la divisa, di amare e rispettare la nostra città, un grande spirito di solidarietà e di vicinanza ai cittadini e di essere dei veri professionisti che lavorano sette giorni su sette, con il sole e con la pioggia, spesso con scarse risorse a disposizione ma con grandissimo senso del dovere.
Un saluto inoltre a tutte le associazioni – in particolare ai Bersaglieri e all’Associazione Frosinone Bella e Brutta – ed ai cittadini che hanno voluto in questo anno stimolarmi e sostenermi nelle numerose iniziative che ci hanno visto quotidianamente impegnati sul territorio a dimostrazione che c’è amore per questa città, che deve essere raccolto e tradotto in gesti concreti da chi ne ha l’autorità.
Un ringraziamento, a tutti i colleghi degli altri Corpi di polizia e militari con cui ho avuto l’onore di collaborare, a tutti i dipendenti comunali con cui ci siamo confrontati per attività lavorative e ai mezzi di comunicazione che, puntualmente, hanno sostenuto e descritto le nostre attività anche punzecchiandoci e offrendoci lo spunto per cercare di migliorare sempre.
Un grazie speciale, infine, al mio sindaco, cui faccio gli auguri di buon lavoro e un in bocca al lupo perché possa scegliere, nel rispetto delle regole, un ottimo Comandante che garantisca continuità e serenità al settore della Polizia Locale.
Buon lavoro a tutti ed un grande in bocca al lupo alla nostra città che ha grandissime potenzialità che aspettano solo di esplodere».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni