Atuttapagina.it

Frosinone, scelto il nome dell’asilo di via Calvosa

E’ stato scelto online il nome del nuovo asilo nido di via Fedele Calvosa, a Frosinone, inaugurato nel mese di settembre: “Fantasia”. A decidere l’appellativo del plesso scolastico sono stati gli stessi cittadini che, grazie ad una finestra nel sito web del Comune di Frosinone, hanno potuto votare tra nove nomi proposti dagli operatori scolastici e dai genitori dei bambini della stessa struttura. La scelta era tra Arcobaleno, La Coccinella, Fantasia, Regina della Pace, L’Aquilone, Girogirotondo, Il Papero Giallo, Abracadabra, Il Villaggio dei Piccoli. In totale hanno votato 1452 persone e Fantasia ha raccolto 545 voti pari ad una percentuale del 38%.
Come si ricorderà, il plesso scolastico fu inaugurato nel mese di settembre in concomitanza proprio con l’inizio del nuovo anno scolastico. Un nuovo asilo, costruito a misura di bambino, ma con tutto lo spazio e le caratteristiche per essere confortevole e in linea con i modelli di edilizia scolastica più all’avanguardia. Con questo obiettivo, infatti, è stata concepita e realizzata la struttura di via Fedele Calvosa, che ospita 60 bambini, di cui 15 lattanti (dai 3 ai 12 mesi), 15 semidivezzi (dai 12 ai 24 mesi) e 30 divezzi (dai 24 ai 36 mesi). Il nuovo asilo è articolato su un unico livello a piano terra per favorire l’abbattimento di ogni tipo di barriera architettonica e si divide in quattro moduli distinti, ma funzionalmente collegati tra loro. I locali sono strutturati a misura delle esigenze dei bambini con aree dedicate alle attività didattiche, psicomotorie, di gioco libero e zone dedicate al riposo e una cucina per la preparazione dei pasti. La struttura è costata 1 milione e 60.000 euro, di cui 600.000 a carico della Regione Lazio (massimo dell’importo finanziabile dall’ente di via della Pisana) e 400.000 a carico del Comune di Frosinone, residuo di mutui contratti in passato. Lo spazio esterno è adibito alle attività didattiche e al parcheggio e per il futuro l’amministrazione comunale ha già previsto di migliorare le aree circostanti la struttura.
«Con questa decisione – ha commentato l’assessore alla Pubblica Istruzione Claudio Caparrelli – abbiamo voluto dare un segnale tangibile di quanto l’amministrazione Ottaviani sia aperta al contributo diretto dei cittadini nelle scelte di pubblico interesse. Avvicinare il più possibile la gente alle istituzioni è da sempre uno dei punti cardine della nostra azione amministrativa e questa scelta ne è la giusta testimonianza. La straordinaria partecipazione popolare nella scelta online del nome da dare alla scuola è stato per l’amministrazione comunale un bellissimo segnale di interesse della gente che, quando viene coinvolta per iniziative così importanti per la città, risponde sempre positivamente ed è la testimonianza che la strada da noi indicata del coinvolgimento diretto dei cittadini è quella giusta. Nell’amministrare la res publica ci vuole competenza, serietà e professionalità e, se permettete il gioco di parole, anche un po’ di… Fantasia».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni