Atuttapagina.it

Provincia, incontro per lo sviluppo turistico

Domani, alle 16, presso la sala del Consiglio del Palazzo della Provincia di Frosinone, si terrà la riunione del Comitato per il Lavoro e lo Sviluppo Economico. All’ordine del giorno l’analisi del percorso per l’applicazione dell’Accordo di programma che procede con riunione serrate presso il MISE e la Regione Lazio e la proposta di creare un gruppo di lavoro per lo sviluppo turistico.
«Nei giorni scorsi – ha affermato il commissario straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi – ho presenziato, dopo aver partecipato a molte manifestazioni nel corso dell’estate, a tutti gli appuntamenti di promozione culturale, territoriale e enogastronomico che sono stati organizzati. Ciò per rendermi conto e capire meglio delle realtà che siamo portati a vedere troppo spesso solo come un diversivo alla quotidianità o come semplice rispetto di alcune tradizioni popolari ad appannaggio delle comunità cittadine che le tramandano. Non più tardi di una settimana fa sono stato ospite del sindaco di Castrocielo, il professor Filippo Materiale, che ha avuto la gentilezza di illustrarmi gli straordinari risultati delle campagne di scavo nell’antica città di Aquinum, una realtà straordinaria che purtroppo viene portata avanti con le sole risorse del Comune e, necessariamente, procede con lentezza. Sono rimasto stupito di come una terra che possieda certi tesori, noti probabilmente da decenni se non da secoli, non abbia mai considerato la portata straordinaria, non solo dal punto di vista culturale, ma anche delle innegabili ricadute in chiave economica che tali realtà conferiscono ad interi comprensori. E’ evidente come le realtà di enorme valore che risiedono nelle città antiche lungo l’antica Via Latina, come tante altre realtà sparse in tutto il territorio provinciale, costituiscano un potentissimo filone di sviluppo per la nostra provincia che deve, assolutamente, iniziare a organizzarsi seppur con decenni di ritardo. Ho partecipato a una serata di promozione della cucina tradizionale presso il ristorante Mingone, a Carnello. Una serata di grande successo perché grande è stata la partecipazione e notevole la proposta di piatti e prodotti esclusivi della nostra terra. In precedenza avevo potuto toccare con mano la potenza delle produzioni del Cesanese in una manifestazione organizzata ad Anagni. A Terelle, grazie all’abnegazione del sindaco, si porta avanti con fatica la celebrazione della straordinaria raccolta di castagne per la presenza di un castagneto delle dimensioni e della magnificenza probabilmente unica nell’intero centro Italia. Potrei andare avanti per ore, con la qualità del Premio Letterario Valcomino, con tante e tante altre manifestazioni che non fanno altro che porre in primo piano delle realtà esistenti, non solo il giorno della festa, ma sempre. Queste realtà sono un patrimonio del quale non conosciamo i confini. Ecco perché è assolutamente necessario che il Comitato per il Lavoro e lo Sviluppo Economico della nostra provincia si impegni nell’individuazione di obiettivi da cogliere per mettere a sistema dei prodotti turistici e, contestualmente, nell’individuare le risorse necessarie per il loro raggiungimento. Dobbiamo compiere un balzo in avanti, un primo e serio passo verso la visione a tutto tondo del nostro territorio come uno scrigno di cultura, di bellezza e di bontà, perché un territorio bello e sapiente è migliore nella qualità della vita ed è sempre, anche, più ricco».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni