Atuttapagina.it

Arresti a Frosinone, Legambiente: Fatto gravissimo

«Manovrare gare d’appalto pubbliche è un fatto gravissimo e tanto più lo è nel settore dei rifiuti, così delicato e cruciale e sempre più nel mirino di infiltrazioni criminali nel Lazio». E’ la posizione di Legambiente in merito alla vicenda che ha portato all’arresto del vicesindaco di Frosinone, Fulvio De Santis.
«Quanto accaduto dimostra la vulnerabilità del settore dei rifiuti, dove gli appetiti in campo sono forti – dichiara Francesco Raffa, coordinatore provinciale Legambiente Frosinone -. Staremo sulla vicenda con attenzione e cercheremo di capire quali saranno i risvolti. Non vogliamo che quanto accaduto possa avere ripercussioni negative su un servizio che già di per sé non ha prodotto risultati, a nostro avviso, soddisfacenti».
«Con l’emergenza rifiuti e veleni nella Valle del Sacco, c’è chi dirottava gli appalti sulla gestione e lo smaltimento dell’immondizia, è un fatto incredibile e vergognoso – dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio -. Le conseguenze sulla cittadinanza di una simile condotta illecita non possono essere sottovalutate. Ai cittadini deve essere garantito un servizio efficiente e una corretta gestione del ciclo dei rifiuti nel pieno della legalità. La scelta di chi gestisce i processi nel settore dei rifiuti è fondamentale e deve essere trasparente e oculata. Nella nostra regione il ciclo dei rifiuti sta registrando un giro illecito d’affari preoccupante, occorre scongiurare pericoli di infiltrazioni criminali».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni