Atuttapagina.it

Bilancio Lazio, ok in commissione

La commissione Bilancio del Consiglio regionale, presieduta da Mauro Buschini, ha dato parere favorevole, con 8 voti favorevoli e 5 contrari, al “Bilancio di previsione finanziario della Regione Lazio 2014-2016” e alla “Legge di stabilità regionale 2014”, entrambi provvedimenti d’iniziativa  della Giunta regionale. Nei giorni scorsi la commissione aveva dato parere favorevole al rendiconto generale della Regione Lazio per l’esercizio 2012, al consuntivo del Consiglio regionale per lo stesso esercizio finanziario e al bilancio armonizzato di previsione del Consiglio per gli esercizi finanziari 2014-2016. Assieme al documento di economia e finanza regionale 2014-2016, i provvedimenti che costituiscono la manovra di bilancio passano ora all’esame dell’Aula consiliare.
Soddisfazione è stata espressa dal presidente della commissione, Buschini. «La legge di stabilità regionale e il bilancio sono stati esaminati e approvati in un clima di grande collaborazione tra maggioranza e opposizione – ha dichiarato Buschini -. E’ questo il dato politico che emerge: i consiglieri hanno svolto un lavoro importante, in piena sintonia tra loro, per il bene dei cittadini del Lazio».
In commissione Bilancio erano giunti 154 emendamenti di maggioranza e di opposizione. Diversi ne sono stati approvati. In particolare, la legge di stabilità regionale 2014 andrà all’esame dell’Aula con un articolo in meno rispetto al testo originale della Giunta. Infatti, è stato approvato l’emendamento soppressivo – a firma di Francesco Storace – dell’articolo che avrebbe ridotto l’imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili civili (Iresa), introdotta con la finanziaria regionale 2013. Altri emendamenti hanno reso ancor più favorevoli, rispetto a quanto previsto dal testo della Giunta, le condizioni per il contribuente nella rateizzazione dei debiti tributari regionali. Tra le disposizioni della legge di stabilità compaiono anche le agevolazioni per i proprietari di autoveicoli di nuova immatricolazione con alimentazione elettrica, ibrida benzina-elettrica, inclusiva di alimentazione termica o benzina-idrogeno, i quali saranno esentati per tre annualità dal pagamento della tassa automobilistica regionale. Saranno poi istituiti appositi Fondi per la nascita e lo sviluppo di imprese start-up innovative e per imprese appartenenti al settore delle attività culturali e creative.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni