Atuttapagina.it

Colle San Magno, visita del commissario Patrizi

Colle San Magno ha ricevuto con tutti gli onori il commissario straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi, in occasione della visita istituzionale nel piccolo comune montano del Cassinate.
Il commissario dell’Ente di piazza Gramsci è stato accolto dal sindaco Antonio Di Nota e dal suo vice Antonio Di Adamo.
Un incontro molto caloroso, in cui si è discusso dei problemi dei piccoli Comuni e del deleterio effetto che può avere su tali realtà il provvedimento governativo di abolizione delle Province. Infatti, così i piccoli Comuni perderebbero una sponda importante soprattutto nel settore della viabilità e manutenzione stradale.
Dopo la sosta in Comune, il commissario Patrizi è stato accompagnato in visita al Museo Vivo della Memoria, il gioiello culturale del paese. Patrizi ha visitato le sale del Museo, apprezzando e complimentandosi con gli amministratori per la pregevole realizzazione.
Proprio la visita al Museo è stata occasione per ribadire da parte del commissario Patrizi l’importanza di investire nello sviluppo turistico e culturale per il rilancio del territorio provinciale, così come sta facendo un apposito tavolo del Comitato per lo Sviluppo. Un tavolo che, attraverso un progetto di sistema e di rete tra i vari attori istituzionali, potrà valorizzare e promuovere ancor di più le tante ricchezze dei comuni locali, così come è il Museo di Colle San Magno.
Non è mancata nemmeno la visita al locale plesso scolastico, così come l’incontro con i rappresentanti del Consorzio dei Comuni del Cassinate e dell’Unione Cinquecittà.
La presenza di Patrizi a Colle San Magno è stata occasione anche per discutere di Fiat e della crisi del settore automobilistico. Nei giorni scorsi il commissario aveva indicato un nuovo segmento di lavoro del Comitato dello Sviluppo: proprio la crisi dello stabilimento di Piedimonte. Il sindaco Di Nota, in qualità di presidente dell’Unione Cinquecittà, aveva apprezzato, proponendo una collaborazione tra il Comitato e la cabina di regia dei sindaci. Un invito formalizzato a voce, raccolto dal commissario Patrizi che ha già chiesto a Di Nota la possibilità di una formale collaborazione.
«Un ringraziamento al commissario Patrizi, persona cordialissima, capace e attenta ad ascoltare le nostre esigenze – ha dichiarato il sindaco Di Nota -. La sua visita è stata per noi motivo di onore. Soprattutto abbiamo sperimentato l’importanza e il ruolo che può ricoprire l’Ente Provincia. Così come positiva è stata l’apertura sul tavolo del turismo e sulla crisi Fiat».
«Sono rimasto veramente sorpreso in positivo – ha dichiarato Patrizi – dall’organizzazione e dalla vivacità di questa comunità. Complimenti, qui ho respirato il vero significato dell’Italia autentica, quella dei piccoli comuni. E poi ho trovato veramente eccellente l’idea di realizzare il Museo. La visita a Colle San Magno, inoltre, è stata occasione per rilanciare il ruolo del Comitato per lo Sviluppo, sia nel settore turismo che nella vertenza Fiat».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni