Atuttapagina.it

Frosinone, ora serve il definitivo cambio di passo

Il successo sul Lecce ha dato nuove certezze al Frosinone. Il secondo tempo dei giallazzurri è stato da grande squadra. I leoni ciociari hanno mostrato maggiore carattere, una migliore organizzazione e una più attenta fase difensiva rispetto agli ospiti: hanno poco da recriminare Lerda e i suoi giocatori se da una parte c’era uno strepitoso Russo e dall’altra i lenti difensori giallorossi.
A proposito dell’atteggiamento nel dopopartita del tecnico del Lecce e dell’esposto presentato alla Procura Federale da parte della società, l’auspicio è che il Frosinone impari anch’esso, in alcune occasioni, a mettere da parte il bon ton. Non si può continuare a porgere l’altra guancia come è avvenuto negli ultimi mesi: i gesti offensivi verso i Distinti da parte del team manager del Latina nel derby di marzo, il pugno dato a Gucher da una persona che si è scoperta essere poi un dirigente della Nocerina e, anche se con minore gravità, il rifiuto di Lerda di parlare con le “nostre” televisioni avrebbero meritato ben altra reazione e una completa censura da parte del Frosinone, che invece in tutti e tre i casi è rimasto in silenzio. La civiltà e l’educazione con cui vengono accolte le squadre avversarie rendono onore alla società giallazzurra, però non sempre il fair play paga, soprattutto in questa categoria.
Archiviata la partita di domenica, il Frosinone sta preparando la trasferta de L’Aquila. I giallazzurri hanno bisogno di una vittoria fuori casa, come ha sottolineato Stellone, ed anche di una maggiore continuità per quanto riguarda le prestazioni. Finora il campionato ha detto che i canarini alternano ottime prove a partite più opache. A partire dalla gara col Pontedera le cose sono migliorate e il Frosinone da allora ha trovato una sua identità, però per provare a vincere il campionato c’è da compiere un ulteriore passo in avanti. Il Frosinone deve sfoderare una prova autorevole anche lontano dal Matusa: se sabato dovesse riuscirci allora la corsa verso la Serie B subirebbe una sostanziale accelerata. (Ga.Ma.)

Foto di Roberto Celani

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni