Atuttapagina.it

IHF Volley, sfida di Santo Stefano con Busto Arsizio

Per l’IHF Volley non c’è riposo in vista del match importantissimo contro la Unendo Yamamay Busto Arsizio in programma domani alle 18 al Palazzetto dello Sport del capoluogo ciociaro. Le ragazze guidate da coach Mario Martinez si sono, infatti, allenate regolarmente nella giornata di Vigilia e anche oggi si ritroveranno in palestra per lavorare al miglioramento degli aspetti tecnico-tattici che non hanno funzionato al meglio sabato scorso, in occasione dell’inopinata sconfitta in casa della Banca di Forlì.
«In quella partita non ha funzionato nulla – ha detto Mario Martinez alla ripresa degli allenamenti -. Paradossalmente, possiamo dire che a muro abbiamo giocato una partita discreta, sebbene sia uno dei nostri punti deboli. È successo quello che avevo messo in preventivo: se questa serie di sconfitte non ci avesse spezzato le gambe saremmo arrivati al momento importante, che era questo, con una lucidità e una fiducia diverse. Abbiamo preparato l’incontro nel migliore dei modi, poi però abbiamo accusato il ricominciare a vedere i nostri soliti errori, stavolta però contro una rivale che non era come quelle delle prime partite, ovvero le squadre favorite per la vittoria dello scudetto, ma alla nostra portata. Ci sarebbe voluto un po’ più di coraggio per far girare la sorte e ci è mancato».
Proprio per rimettere le cose nel verso giusto, la squadra si è ritrovata, ha analizzato gli errori e sta preparando con grande attenzione la partita di Santo Stefano: un match che le ragazze ciociare devono vincere per acquistare nuova fiducia e motivazioni e per lasciare l’ultimo posto in classifica, anche se in coabitazione con Banca di Forlì. La partita non è delle più semplici: la Unendo Yamamay Busto Arsizio è una delle squadre che all’inizio del campionato figurava nel ristrettissimo novero delle candidate alla vittoria finale. Un team di eccellente levatura, completo in ogni ruolo, contro il quale l’IHF Volley dovrà giocare la classica partita perfetta.
Le ragazze di Busto Arsizio, che si trasferiranno a Frosinone in treno nella giornata di Natale, arrivano all’appuntamento con 12 punti in classifica, in virtù delle quattro vittorie – l’ultima, sonante e netta, ai danni della Liu-Jo Modena – e delle tre sconfitte fin qui maturate. La squadra bustocca, però, dovrà risolvere alcuni problemi di formazione: almeno tre, infatti, le assenze importanti, a partire da quella dell’allenatore, Carlo Parisi, impegnato con la Nazionale ceca e sostituito dal secondo Massimo Dagioni. Le qualificazioni ai prossimi Mondiali terranno lontane da Frosinone anche la schiacciatrice olandese Anne Buijs e la palleggiatrice polacca Joanna Wolosz, impegnate con le rispettive Nazionali. A sostituirle saranno, almeno a giudicare dal sestetto sceso in campo domenica, Marika Bianchini in banda e Alessandra Petrucci. Alla squadra si uniranno poi due ragazze del team di B1, ma soprattutto una cinquantina di tifosi che non faranno mancare il loro appoggio alle farfalle di Busto.
In casa IHF Volley, invece, si continua a lavorare sui due sestetti: quello che sfrutta centimetri e potenza – quindi con l’americana Rachael Kidder in campo, completamente recuperata dal doppio infortunio alle caviglie – e quello invece più di difesa e controllo palla, con Giusy Astarita in banda. Ma le frecce nell’arco di coach Martinez sono molte, compresa la soluzione Sonja Percan in posto 4, così come l’eccellente fluidità di gioco garantita dal centrale Virginia Spataro.
Un match difficile, sulla carta proibitivo, per vincere il quale le ragazze di patron Iacobucci dovranno dare il massimo, come hanno dimostrato di saper fare in occasione della bella vittoria contro Casalmaggiore. (Ufficio Stampa IHF Volley)

Foto di Alessandro Savone

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni