Atuttapagina.it

IHF Volley travolgente con Busto Arsizio

Per l’ultima partita di un 2013 trionfale, l’IHF Volley si regala una serata di gala, annientando le blasonate avversarie di Busto Arsizio e sciorinando una pallavolo efficace, grintosa e spesso implacabile.
Per le bianconere Giusy Astarita è in campo solo per onor di firma: la schiacciatrice campana, infatti, ha accusato una leggera distorsione durante l’ultimo allenamento che ne ha sconsigliato l’utilizzo. Per cui Kidder in sestetto titolare.
È una fiammata l’inizio del match bianconero. Decise in attacco e puntuali in difesa, le ragazze di coach Martinez si portano subito sul 5-0 col turno in battuta di Veronica Angeloni. Time out bustocco e le farfalle tornano in campo con le idee più chiare, rosicchiando punti fino al 5-4, che costringe Martinez a chiamare la sospensione. Col secondo punto a muro le bianconere si portano 7-5, ma Gioli affossa in rete una schiacciata agevole, riportando le avversarie a un punto. L’aggancio delle ospiti, sull’8 pari, arriva dopo un errore in battuta di Kidder e un buon attacco delle avversarie. Si procede punto a punto e si vede anche una buona pallavolo. Busto mette la testa avanti sul 10-9, ma Veronica Angeloni da posto 4 si riprende il pareggio dopo tre conclusioni consecutive. Ora è partita pari e si va al time out tecnico con le ciociare avanti di 1, grazie a una bella veloce di Virginia Spataro. Fanno fatica le ragazze di Martinez, con Kidder in banda, le cui conclusioni vengono lette bene dalle avversarie a muro, ma i centrali fanno un lavoro enorme e Angeloni e Gioli garantiscono i diritti della classe, attaccando con enorme precisione e potenza. Con Veronica al servizio è ancora break: 15-11. Con la rotazione che vede Kidder e Spataro a muro, le avversarie trovano spesso la strada sbarrata e iniziano a sbagliare. 17-12 per l’IHF e altro time out del tecnico bustocco Dagioni. Si sblocca anche l’americana, per il 18-13. Una pipe out di Gioli porta le bustocche a -3, ma è ancora Kidder a mettere la palla a terra. Dall’altra parte Ortolani e Arrighetti provano a raddrizzare il set. Sul 20-17 Martinez chiama la sospensione per ricompattare la squadra. Una brutta ricezione porta a punto le farfalle, Kidder lascia per Vico e Angeloni con un perfetto lungolinea segna il 21-18. Frigo costringe all’errore in ricezione per il punto 22 e dopo uno scambio infinito è sempre Veronica Angeloni a mettere palla a terra. Arriva il primo set point, ma Spataro allarga troppo il lungolinea. Le lombarde non mollano, ma sono le bianconere a portare a casa il parziale, meritatissimo, per 25-20.
Il secondo parziale inizia all’insegna dell’equilibrio, con due dei tre punti bianconeri firmati da una Spataro in grande spolvero. Degradi e Petrucci attaccano con alte percentuali, con la palleggiatrice bustocca capace di variare il gioco. Sul 6 pari la solita Angeloni scarica un diagonale potentissimo e il 9-7 arriva grazie al muro della premiata ditta Gioli-Spataro, con Mamma Fast che porta a casa il decimo punto. Le lombarde, sostenute da un tifo calorosissimo, agganciano le ciociare sull’11 pari, che però chiudono in vantaggio al time out tecnico grazie all’errore in battuta di Garzaro. Le farfalle rosse riescono nell’operazione vantaggio, ma le ciociare recuperano e a loro volta segnano il 14-13. Un errore al servizio di Marcon dà ancora il vantaggio alle pantere bianconere, ma il punteggio è in costante altalena. Le squadre si equivalgono, lottano punto a punto in un match che, se non bellissimo, è assai emozionante e dall’enorme contenuto agonistico. Una decisione contestata dell’arbitro Longo assegna un punto alle lombarde, che poi riescono a tirare su una palla impossibile, ma oggi le ragazze di Martinez sotto rete mostrano attenzione, costanza e applicazione ferocissime. Sul 19-17 coach Dagioni chiama il time out per provare l’ennesimo aggancio: non è facile giocare contro un’IHF Volley determinata come non mai. Kidder-Spataro a muro continuano a non far passare molto ed è strapotere frusinate sotto rete. 21-17 e Dagioni chiama ancora la sospensione. Il ventiduesimo punto arriva grazie a una difesa eccezionale di Kidder e una pipe di Angeloni. Mini break per le farfalle e sul 22-19 è Martinez che vuole parlarci sopra. Ancora Spataro, col primo tempo, per il cambio palla e il punto del 23-19. Il set point vede al servizio Valentina Biccheri, la cui battuta in salto non ferma la ricezione avversaria e la chiusura di una positiva Marcon. Spetta allora a Kidder segnare il punto per il set a favore delle giocatrici dell’IHF Volley.
Si ricomincia con Angeloni al servizio ed è subito break. Avanti le bianconere 4-0 e per Dagioni è tempo di chiamare la sospensione. Come nel primo parziale, la serie si ferma sul 5-1 per le bianconere. Busto prova la rimonta, arriva a un punto e si lotta punto a punto. I due sestetti riescono ora meglio a leggere le direzioni di attacco, con gioco di ottimo livello. Un gran primo tempo di Frigo segna il 9-7. Si scivola alla sospensione tecnica sul 12-10 per le ragazze di coach Martinez: un vantaggio legittimato da una condotta di gara eccellente. Il set procede all’insegna dell’equilibrio e di qualche piccolo calo di concentrazione da parte delle dodici atlete in campo. Un’invasione a rete delle farfalle dà il triplice vantaggio alle padrone di casa, 19-16, e Dagioni non ha altra alternativa che chiamare la sospensione. Come sempre è successo, al rientro in campo le bustocche riescono a rosicchiare punti, ma Kidder mette a terra una schiacciata violentissima per il 20-18. Ancora Busto a tentare l’impossibile e ancora Gioli a rimettere le cose sul giusto binario. Sul 22-20 Francesca Bonciani serve una palla sul cui contrattacco Busto conquista il punto, ma Biccheri con un colpo di astuzia colleziona il ventitreesimo punto. Da posto 2 Busto prova a farsi sotto di nuovo, ma arriva il primo match point per l’IHF. Frigo angola troppo il colpo, ma è Gioli a segnare il punto decisivo.
L’IHF che non ti aspetti, dopo la brutta sconfitta di sabato, ma quella che sai che c’è, per il valore di tecnico e atlete. La squadra frusinate annulla le farfalle bustocche, mostrando superiorità in ogni fondamentale. Concentrate, attentissime, aggrappate a ogni singolo punto, hanno ragionato pallavolo, operando le scelte giuste, difendendo come non mai e, soprattutto, contrattaccando come non si era ancora mai visto. Una menzione particolare per Kidder, bravissima in difesa e a muro, e per Spataro, il cui apporto sotto rete è stato spesso decisivo.

IHF VOLLEY – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-20, 25-22, 25-23)
IHF VOLLEY: Frigo 2, Percan, Kidder 12, Bonciani, Vico, Astarita ne, Agostinetto 4, Spataro 11, Angeloni 7, Biccheri 1, Gioli 16, Ruzzini (L).
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 7, Degradi 1, Garzaro 7, Bianchini 15, Michel ne, Leonardi (L), Marcon 9, Spirito, Arrighetti 8, Petrucci 8, Bosio ne.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni