Atuttapagina.it

Il Frosinone all’assalto del Perugia senza Frara

Tegola in casa giallazzurra alla vigilia dell’attesissimo big match dell’ultima giornata del 2013. Capitan Frara è ai box a causa di un risentimento muscolare e domani sarà assente al pari dello squalificato Gessa e dei lungodegenti Soddimo e Biasi. Il 4-4-2 di Stellone, dunque, sarà privo contemporaneamente dei due esterni di centrocampo. Per le loro sostituzioni Stellone punterà su Curiale e Carrus, trasformando così il modulo in 4-3-1-2.
Torna, quindi, la coppia dei bomber giallazzurri e succede in coincidenza con la sfida alla capolista Perugia. Stellone lucida l’artiglieria pesante, gli attaccanti che complessivamente hanno realizzato tredici gol in campionato, e la schiera per tentare l’assalto alla vetta della classifica.
L’obiettivo sorpasso verrà inseguito con Zappino tra i pali, Matteo Ciofani, Russo, Blanchard e Crivello in difesa, Carrus, Gucher e Altobelli a centrocampo, Paganini nel ruolo di trequartista e appunto Daniel Ciofani e Curiale in attacco.
«Si tratta di una sfida tra due squadre che si equivalgono. Il Perugia rispetto a noi viene da una migliore striscia positiva, ma i valori sono uguali», ha esordito Stellone nel presentare la partita. Rispetto per l’avversario, ma nessuna invidia per l’organico dei grifoni: «Il Perugia ha una rosa straordinaria, soprattutto in attacco. Ma non cambierei nessuno dei loro giocatori con i miei». Piccola ma innocente bugia quella di Stellone, perché nel mercato estivo qualcosa di più di un pensiero per Mazzeo lo fece.
Poi l’appello ai tifosi, la richiesta di stare vicino alla squadra e farsi sentire più che in passato. «Per noi in campo e per i nostri tifosi sugli spalti deve essere la partita della vita. Domani bisognerà giocare in dodici. E alla squadra chiedo umiltà». (Ga.Ma.)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni