Atuttapagina.it

Inchiesta appalti sui rifiuti, De Santis resta in carcere

Sono state respinte le tre istanze di scarcerazione presentate dai rispettivi avvocati per i tre arrestati nell’inchiesta della Procura di Monza sugli appalti dei rifiuti. E così restano in carcere l’ex vicesindaco di Frosinone Fulvio De Santis, l’architetto intermediario Giovanni Battista Ricciotti e l’imprenditore di Vallecorsa Giancarlo Tullio. Il Gip Claudio Tranquillo non ha ritenuto che ci fossero novità tali da decidere la scarcerazione dei tre. Nella maxi operazione denominata “Clean City” sono state arrestate, lo scorso 11 dicembre, ventisei persone in diverse regioni. Tra queste anche il politico, l’architetto e l’imprenditore della provincia di Frosinone. La vicenda è partita dalle indagini sulle presunte tangenti pagate dalla ditta Sangalli. De Santis, che poche ore dopo l’arresto si era dimesso dalla carica di vicesindaco, oltre che da quella di assessore all’Ambiente, resta dunque in carcere.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni