Atuttapagina.it

Cosilam, insediata la commissione programmatica

Si è ufficialmente insediata la Commissione Programmatica del Cosilam. Al centro del primo incontro i progetti per l’ottenimento dei finanziamenti relativi alle “Smart City”.
Giovedì pomeriggio presso il Polo logistico di Piedimonte San Germano si è tenuta la prima riunione della Commissione programmatica che ha visto la partecipazione dei rappresentanti dei Comuni di Atina, Aquino, Coreno Ausonio, Piedimonte San Germano, della Banca Popolare del Cassinate, del Consorzio di Bonifica “Valle del Liri”, dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, di Unindustria e di FederLazio.
Nel corso della riunione la Commissione ha evidenziato la necessità di creare un progetto territoriale che permetta al sud della provincia di Frosinone di sviluppare un ulteriore filone produttivo che favorisca occupazione e sviluppo. Una rete che coinvolga non solo i comuni appartenenti all’area del Cosilam, ma anche il sud Pontino e due Capitali europee che abbiano una vocazione di sviluppo industriale e turistico in sintonia con le realtà locali. E per raggiungere questo obiettivo si sta lavorando per la realizzazione di un progetto che ottenga i finanziamenti europei per le “Smart City”.
Inoltre, uno degli aspetti su cui si intende investire è quello della mobilità puntando su uno sviluppo dell’aeroporto di Aquino, della stazione ferroviaria di Piedimonte San Germano che al momento dispone di ben 16 binari ma risulta sottoutilizzata e creando un collegamento con il porto di Formia e Gaeta. In questo modo si potrebbero sfruttare i trasporti su rotaie, marittimi e aerei. La creazione di questa struttura permetterebbe il raggiungimento di un duplice obiettivo, da una parte la creazione di collegamenti turistici (ad esempio con l’Abbazia di Montecassino, i cimiteri militari e le risorse paesaggistiche della Val di Comino), dall’altra dare un servizio alle imprese con una maggiore efficienza nei trasporti. L’obiettivo è stato ampiamente condiviso dalla Commissione Programmatica che ha deciso di riunirsi prossimamente per discutere di questo progetto e definire un crono programma per la sua realizzazione.
Nel corso della riunione di giovedì, inoltre, il direttore generale del Cosilam, Antonio Gargano, ha annunciato che a breve sarà inoltrata una nota ufficiale al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e all’assessore regionale allo Sviluppo Economico e alle Attività Produttive Guido Fabiani con cui si chiede un intervento immediato della Regione sulla questione del patrimonio, favorendo il passaggio della gestione delle strutture che sorgono sul territorio del Cassinate dal Consorzio Asi al Cosilam.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni