Atuttapagina.it

Domenica ecologica a Frosinone, quindici le infrazioni

I frusinati sembra che abbiamo ormai compreso come l’istituzione delle quattro domeniche ecologiche (ne sono in programma altre due: una il 9 febbraio e l’altra il 23 marzo) sia una misura assolutamente necessaria, anche se non sufficiente, per l’attenuazione della concentrazione delle polveri sottili e del pm10 nel capoluogo. La situazione è talmente seria, per la città di Frosinone, che il piano regionale sulla qualità dell’aria obbliga solo il Comune di Frosinone, a differenza di altre realtà municipali, a bloccare tassativamente il traffico per dieci ore continuative, senza permettere alcuna pausa. La giornata domenicale appena trascorsa, però, ha segnato la nota positiva della consapevolezza e della maturità dei frusinati, in ordine alle misure di prevenzione ambientale adottate, tanto è che le infrazioni contestate sono scese ad appena una quindicina, in buona parte emesse a carico di cittadini non residenti nel capoluogo, che hanno dichiarato di non essere a conoscenza dei divieti. I vigili urbani, che hanno sorvegliato soprattutto i varchi perimetrali, dietro indicazione del sindaco Nicola Ottaviani, hanno comunque permesso l’accesso degli automobilisti all’ospedale di via Fabi e per l’espletamento dei servizi di necessità relativi all’ingresso alle farmacie e alle postazioni di pubblica sicurezza. (Ufficio Stampa Comune di Frosinone)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni