Atuttapagina.it

Frosinone, si fa più dura ma niente è ancora deciso

L’inaspettata sconfitta col Barletta ha terribilmente complicato le cose al Frosinone. La strada verso la vittoria del campionato e, di conseguenza, la promozione diretta in Serie B è diventata improvvisamente irta. In un torneo del genere – al quale è stata tolta credibilità dai ben poco illuminati dirigenti della Lega Pro, che hanno sottovalutato i rischi che derivano dal blocco delle retrocessioni – contro le cosiddette “piccole” bisogna vincere sia in casa che in trasferta. A tutti i costi. Il Frosinone ha lasciato per strada tre punti che rendono più difficoltosa la vittoria del campionato, inutile far finta che non sia così.
Allo stesso tempo, però, si deve continuare a guardare con fiducia al futuro. Perché una prestazione negativa come quella del Frosinone può capitare pure al Perugia e al Lecce, quest’ultimo diretto inseguitore del duo di testa. Mancano tante partite alla fine della stagione e tutto può ancora succedere. Adesso, però, il Frosinone ha meno bonus a sua disposizione.
E così le prossime tre partite sono assolutamente da vincere: qualsiasi altro risultato che non sia la vittoria non deve essere preso minimamente in considerazione. Per rimettersi in corsa e presentarsi al finale di stagione nel miglior modo possibile, bisogna conquistare nove punti contro Nocerina, Paganese e Viareggio. Nelle prossime ore, comunque, arriverà la decisione della Commissione Disciplinare sulla Nocerina, per la quale il Procuratore federale Stefano Palazzi ha chiesto l’esclusione dal campionato dopo il derby farsa con la Salernitana. Ma questo non deve interessare al Frosinone, che dovrà prepararsi come se domenica si giocasse di sicuro. E guardare a quell’appuntamento avendo in testa i tre punti da conquistare.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni