Atuttapagina.it

Giannitti: Per la Serie B è corsa a quattro

Non sottovaluta il Lecce e il Benevento Marco Giannitti quando si sofferma sulla lotta per la vittoria del campionato. Il direttore sportivo del Frosinone, ospite della trasmissione Kick Off in onda su ExtraTv e condotta da Angelo Battisti e Fernando Cellitti, ritiene che entrambe le formazioni, più indietro in classifica ma comunque in risalita, possano dire la loro e impensierire lo stesso Frosinone e il Perugia. «Lecce e Benevento sono dentro, lotteranno fino alla fine», è il pensiero di Giannitti.
Il diesse ha sottolineato l’importanza delle ultime due vittorie giallazzurre: «Abbiamo dimostrato di avere un grande carattere. Ad Ascoli e contro il Pisa sono state due vittorie simili per voglia, cuore e determinazione. Ricordiamoci che veniamo da un periodo molto difficile, abbiamo avuto tanti infortuni e tante squalifiche: contro il Pisa Frara ha giocato in condizioni menomate per via dell’infortunio di Ascoli, ma ha dato tutto. Queste vittorie ci fanno ben sperare».
Soddisfatto Giannitti della risposta del pubblico nell’anticipo della scorsa settimana contro il Pisa: «Venerdì sera è stato bellissimo vedere lo stadio pieno, è da queste cose che capisci che la società sta facendo un ottimo lavoro. Il calore dei nostri tifosi è fondamentale, ma non ci accontentiamo: voglio vedere il Comunale sempre strapieno». E contento è pure del cammino del Frosinone, con una sola eccezione: «Il lavoro di quest’estate sta pagando perché la rosa è competitiva e ben amalgamata in tutti i ruoli. Dobbiamo portare tutta la rosa allo stesso stato di forma, è quello l’obiettivo. La classifica? A noi mancano i due punti di Viareggio, è l’unica volta in cinque mesi che mi sono arrabbiato veramente con la squadra».
Il direttore sportivo ha infine concluso parlando della trattativa che ha portato all’ingaggio di Carlini: «L’ho affrontato l’anno scorso da avversario, è un giocatore rapido che ci può dare la superiorità numerica anche entrando a partita in corsa. Lo ringrazio personalmente perché ha rinunciato ad un anno e mezzo di contratto con il Pisa pur di tornare a Frosinone».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni