Atuttapagina.it

Giustizia è fatta, ridotta la squalifica di Gucher

La giustizia sportiva, una volta tanto, ha agito secondo logica e ha riconosciuto le ragioni del Frosinone. Il ricorso presentato da Robert Gucher contro le due giornate di squalifica inflittegli in seguito al cartellino rosso rimediato contro il Perugia è stato accolto. Resta un turno di stop, mentre una giornata di squalifica è stata cancellata. Va però precisato che Gucher deve scontare anche la squalifica per la recidività in ammonizioni e quella non era oggetto del ricorso presentato dal giocatore. Ricapitolando, delle tre giornate di stop decise inizialmente dal Giudice Sportivo – due per l’espulsione diretta e la terza per l’accumulo delle ammonizioni – Gucher dovrà scontarne solo due. La prima partita, contro l’Ascoli, il centrocampista l’ha già saltata. Dovrà adesso stare fermo ancora contro il Pisa e a partire dalla sfida col Catanzaro potrà essere di nuovo in campo.
E’ evidente che nella memoria difensiva sia stato fatto notare il macroscopico errore commesso dal Giudice Sportivo che, nel comunicato successivo alla partita col Perugia, scrisse che Gucher veniva fermato “per aver colpito con un pugno al volto un avversario provocandogli fuoriuscita di sangue, il tutto in azione di gioco”. Tutti ricordano che fu, invece, un intervento a gamba tesa a costare il rosso al centrocampista. Ora per fortuna giustizia è fatta: Robert pagherà solo per ciò che ha commesso e non anche per qualcosa che non ha fatto.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni