Atuttapagina.it

Il Frosinone si ritira dal mercato?

Potrebbero non esserci altri nuovi arrivi nel Frosinone oltre Carlini. Anzi, quasi sicuramente sarà proprio così. Le condizioni che si sono venute a creare sembrano aver consigliato la società a non intervenire ulteriormente. Solo a fronte di partenze eccellenti il Frosinone tornerebbe sul mercato per ingaggiare il sostituto di chi andrebbe via, ma per adesso questa è solo una lontana ipotesi.
Il club pare essere giunto a questa decisione dopo le difficoltà nel cedere gli “esuberi” e, soprattutto, dopo aver visto i miglioramenti nel rendimento di qualche giocatore. Il riferimento è soprattutto a Carrus. Dalla partita col Perugia, alla vigilia di Natale, il regista è sempre stato tra i migliori in campo. Il giocatore, che è riuscito a scrollarsi di dosso i problemi fisici, sembra rigenerato e di questo va dato merito anche a Stellone, che nella veste di motivatore è già un allenatore navigato. Il tecnico è uno capace di valorizzare i giovani e di lavorare con loro, lo dice il suo passato di allenatore del settore giovanile. Ma se sono in buone condizioni, i giocatori più esperti vengono preferiti agli elementi meno maturi. Vale per Carrus, ma anche per Biasi ad esempio.
Quindi l'”esplosione” del regista sardo ha imposto alla società e al tecnico di rivedere le strategie sul mercato. E’ quasi del tutto da escludere, a questo punto, che arrivi un nuovo centrocampista. E di sicuro non arriverà a fronte di nessuna uscita, in questo reparto, di almeno un cosiddetto big. Crescenzi, con il massimo rispetto per il ragazzo, non è considerato un “big”: la sua partenza non libererebbe nessun posto da rimpiazzare. Lo stesso discorso vale per l’attacco. Se dovesse essere trovata una sistemazione a Campagna il Frosinone potrebbe pensare ad un sostituto, comunque giovane e da far crescere con i compagni più esperti.
Stellone e la società non vogliono rompere lo stabile equilibrio che si è creato all’interno dello spogliatoio: un gruppo così unito non c’era forse dai tempi di Ivo Iaconi. L’allenatore vuole proteggere quest’armonia e non si può non dargli ragione. Inoltre, il Frosinone è entrato nel calciomercato, il 3 gennaio, che era secondo in classifica e dopo due settimane si è portato in vetta: c’è davvero bisogno di rinforzare una squadra che viaggia spedita? (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni