Atuttapagina.it

Rifiuti tossici, elicotteri per sondare il terreno

Anche Piedimonte San Germano aderisce al piano sulle ispezioni del territorio alla ricerca dei rifiuti tossici che la camorra avrebbe sotterrato nel Basso Lazio, oltre che nella Terra dei Fuochi. Dopo il monitoraggio nella provincia di Caserta, toccherà al nostro territorio.
A rivelarlo è il sindaco di Piedimonte, Domenico Iacovella: «Abbiamo aderito al monitoraggio del territorio, da effettuare con degli elicotteri, per individuare i siti inquinati. In collaborazione con il comune di Cassino, soprattutto, ma anche con quelli dei comuni limitrofi, parlo di Villa Santa Lucia, di Aquino, di Castrocielo, anche a Piedimonte San Germano abbiamo dato il nostro consenso al monitoraggio da effettuare con gli elicotteri che, attraverso la modifica della temperatura del terreno, riescono ad individuare siti inquinati. Come Comune di Piedimonte abbiamo sempre posto attenzione sulla situazione ambientale».
Iacovella ha poi aggiunto: «Questa, inoltre, è una zona industriale e le problematiche ci sono. Abbiamo già effettuato delle valutazioni, a proposito dell’elettromagnetismo, delle acque sotterranee e dell’aria: ci manca solo l’ultimo dato, in generale i valori sono tutti al limite della norma».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni