Atuttapagina.it

Tasi, Confimpreseitalia: In ginocchio Pmi provincia

«La nuova stangata della Tasi rischia di mettere ulteriormente in ginocchio le piccole e medie imprese. Specie in un territorio come quello della provincia di Frosinone, in cui tanti Comuni in difficoltà sposteranno con ogni probabilità verso l’alto le aliquote». Così Guido D’Amico, presidente nazionale di Confimpreseitalia, sulle stime relative all’impatto della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili che colpirà anche capannoni, uffici e negozi. Nei giorni scorsi la Cgia di Mestre ha diffuso i risultati di uno studio sull’impatto del nuovo tributo sulle imprese: ipotizzando per la Tasi l’aliquota base fissata dal Governo per gli immobili strumentali pari all’1 per mille, la tassa verrebbe a costare alle realtà produttive un miliardo di euro. Ma la libertà da parte dei Comuni di innalzare l’aliquota aggraverà certamente questo bilancio, con il rischio di raddoppiare tali cifre, pesando soprattutto su piccole e medie imprese già in difficoltà. «Si rischia nuovamente di aggravare il peso fiscale sulle piccole e medie imprese, che rappresentano il tessuto produttivo principale del territorio provinciale e che avrebbero bisogno di risposte molto diverse – sottolinea D’Amico -. Tutto questo in una provincia nella quale diversi Comuni sono portati ad alzare le aliquote perché alle prese con i Piani di riequilibrio finanziario o difficoltà di cassa».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni