Atuttapagina.it

A scuola con… la FMC Ferentino

Una mattinata tra i giovani per la FMC Ferentino, tra prevenzione e sviluppo dello sport in Ciociaria. Venerdì mattina una rappresentanza della FMC Ferentino, composta da coach Franco Gramenzi e dagli atleti Garri, Paesano, Pierich e Mosley, è stata ospite dell’Istituto Comprensivo 3 di Frosinone (ex Ricciotti). L’evento promosso e organizzato da Antonio Efficace, presidente della ScuBa Frosinone, società cestistica frusinate che da quest’anno sta collaborando con il Basket Ferentino, aveva un doppio scopo: promuovere sul territorio la pallacanestro e la FMC Ferentino, far conoscere l’importanza della prevenzione in ambito sportivo, specie per i giovani.
Coach Gramenzi e i ragazzi della FMC Ferentino sono stati ricevuti attorno alle 11 nell’Aula Magna dell’istituto scolastico frusinate dal dirigente scolastico dottoressa Erminia Gnagni  e dagli studenti di tutte e cinque le classi di terza media ed alcune classi di seconda media per un totale di oltre 100 studenti, accompagnati dai propri docenti. All’incontro ha preso parte anche il dottor Genova, medico cardiologo e presidente del Consiglio d’Istituto del medesimo plesso scolastico.
Proprio il dottor Genova si è soffermato sull’importanza della prevenzione, della visita del medico di base per tutti gli sportivi, specie giovani, e gli accertamenti che vanno fatti per il rispetto della normativa sulla sicurezza sanitaria. A seguire, Antonio Efficace, presidente della Scu.Ba. Frosinone, ha donato un defibrillatore all’istituto frusinate, uno dei pochi dotato di questa apparecchiatura in tutto il territorio, e presentato i due docenti che hanno svolto il corso di preparazione per l’utilizzo del defibrillatore stesso, vale a dire il professor Guidetti e la professoressa Carnevale.
Si sono succeduti gli interventi, tra i quali quello della dirigente scolastica Gnagni, che ha sottolineato il valore dello sport, tassello fondamentale per la crescita e lo sviluppo del fare, e il valore della socializzazione, ringraziando inoltre i tesserati del Basket Ferentino per la presenza e l’esempio che danno in campo e per essere da stimolo per tanti giovani, oltre che modello di vita. Durante la mattinata hanno preso la parola anche coach Gramenzi e i ragazzi della FMC Ferentino, che hanno risposto alle tante domande dei giovani frusinati. Di rilievo l’esperienza olimpica di Luca Garri con l’Italia nel 2009, che è valsa la medaglia d’argento per l’ala forte della FMC Ferentino, e l’esperienza in Italia del pivot americano William Mosley. L’intervento di coach Gramenzi ha molto colpito tutti i presenti. Il tecnico amaranto ha invitati i ragazzi a coltivare le proprie passioni, specie se sportive, rispettando sempre gli altri e accettando il confronto con tutti, ponendosi limiti sempre più alti. Vivere alimentando le proprie passioni è stato l’input che ha trasmesso da educatore il coach della FMC Ferentino. La rappresentanza amaranto, poi, ha consegnato un pallone firmato da tutta la FMC Ferentino al dirigente scolastico Gnagni in ricordo della splendida mattinata trascorsa a Frosinone. Coach Gramenzi e i ragazzi hanno invitato quanto prima gli studenti dell’ex istituto Ricciotti al palasport “Ponte Grande” di Ferentino per assistere a una gara della FMC Ferentino nel campionato di Adecco Gold. (Alessandro Andrelli – Addetto Stampa Basket Ferentino)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni