Atuttapagina.it

Bic Ferentino, no della maggioranza alla dismissione

L’Amministrazione Comunale di Ferentino ufficializza la posizione relativamente alla paventata dismissione del servizio dell’incubatore Bic Lazio presente sul proprio territorio comunale.
Antonio Pompeo – Sindaco della Città di Ferentino: «Venerdì la Giunta Comunale ha approvato la richiesta di mantenimento del servizio BIC Lazio nel Comune di Ferentino e la disponibilità a collaborare con la Regione Lazio all’implementazione del servizio stesso in base alle deleghe assegnate ai Comuni, in linea con gli indirizzi programmatici comunitari, con servizi ulteriori rispetto al solo aspetto della creazione d’impresa, come i servizi all’orientamento al lavoro, alle politiche giovanili, alla formazione e all’informazione. E’ di fondamentale importanza per il nostro territorio e per tutto il circondario non perdere questo fondamentale servizio in questo particolare momento economico. Condividiamo l’azione di risanamento riguardo le società regionali della giunta Zingaretti e nello specifico vogliamo collaborare nella valorizzazione del sito di Ferentino».
Maurizio Berretta – Capogruppo consiliare Pd: «Chiediamo alla Regione Lazio di ascoltare l’Istituzione locale, un atteggiamento, questo, sicuramente rispettoso e attento alle vere esigenze del territorio. La struttura di via Casilina è tra le più funzionali dell’intera regione, i numeri di questi 20 anni di attività a sostegno parlano chiaro e questo è stato possibile anche grazie alla posizione geografica strategica; oggi, alla luce del disegno della Regione di riunificazione delle società regionali in tale ambito, la struttura di Ferentino può implementare oltremodo il sostegno per le aree industriali di Anagni e Ferentino-Frosinone, colpite da crisi economica senza precedenti, vedi Videocon, Marangoni e così via. L’alienazione del sito di Ferentino è un’operazione puramente finanziaria che non genera risparmio, considerato che è stabilito in delibera di spendere gli introiti della vendita, nelle spese di miglior funzionamento delle altre strutture Bic presenti sul territorio regionale. Siamo fiduciosi nel poter  confrontarci sulle misure di rilancio del territorio, partendo in questo caso dai servizi alla creazione o sviluppo d’impresa».
Marco Maddalena – Capogruppo consiliare Sel: «L’amministrazione comunale ha attivato immediatamente una collaborazione con l’incubatore di impresa realizzando l’iniziativa regionale “Lazio Idee” sulla nuova programmazione del Fondo Sociale Europeo 2014-2020 con la presenza del Vicepresidente della Regione Massimiliano Smeriglio. La grande partecipazione all’iniziativa con cittadini dal territorio provinciale e non solo ha dimostrato sia la centralità, la fruibilità del sito, sia la possibilità, con una rete virtuosa tra enti locali, soggetti sociali-economici e cittadini, di potenziare e implementare i servizi di prossimità integrando start up con servizi al lavoro e formazione, in un contesto che prende in carico soggetti nella complessità dei bisogni espressi. Tutto ciò per dare risposte alla piaga della disoccupazione. Il Lavoro, la Creatività sono Beni Comuni e vanno potenziati e non dismessi insieme alle strutture pubbliche. Ripensarci è possibile».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni