Atuttapagina.it

Frosinone, piano di prevenzione della corruzione

La Giunta Ottaviani, nella seduta di ieri, ha proceduto all’approvazione del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (P.T.P.C.).
Si tratta un documento programmatico che, previa individuazione delle attività degli enti locali nell’ambito delle quali è più elevato il rischio che si verifichino fenomeni corruttivi e di illegalità in genere, definisce le azioni e gli interventi organizzativi volti a prevenire detto rischio. Tale obiettivo viene perseguito mediante l’attuazione delle misure generali e obbligatorie previste dalla normativa di riferimento e di quelle ulteriori ritenute utili in tal senso.
Da un punto di vista strettamente operativo il Piano può essere definito come lo strumento per porre in essere il processo di gestione del rischio nell’ambito dell’attività amministrativa svolta dal Comune.
In quanto documento di natura programmatica, il P.T.P.C. deve coordinarsi con gli altri strumenti di programmazione dell’Ente, in primo luogo con il ciclo della performance.
Il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione definisce le disposizioni di dettaglio emanate a livello locale e previste dalla vigente normativa a tutela ed a salvaguardia della correttezza, della legalità delle azioni amministrative e dei comportamenti, rispettivamente realizzate ed assunti nell’ambito delle attività istituzionali del Comune. Finalità del Piano è il consolidamento di un profilo culturale e sociale in cui si innesti una politica di prevenzione volta ad incidere su situazioni potenzialmente patogene.
Per ogni processo è stato misurato il rischio (c.d. indice dei rischi) e sono state definite una o più azioni atte a prevenirlo, è stato individuato il responsabile del Piano, nella persona del segretario comunale, Angelo Scimè, e sono stati programmati i tempi di attuazione.
In sostanza: formazione, coinvolgimento e partecipazione, aggiornamento, responsabilizzazione, trasparenza e controlli per garantire la legalità dell’azione amministrativa.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni