Atuttapagina.it

Mastrobuono, il consigliere Santori chiede chiarezza

«La Mastrobuono almeno ci mette la faccia. Ne prendo atto, anche se il silenzio di Zingaretti è decisamente più roboante delle dichiarazioni del nuovo direttore generale della Asl di Frosinone. Nello specifico continuiamo però ad avere tre differenti interpretazioni: quella della Mastrobuono, quella di Zingaretti che afferma che la Fondazione Tor Vergata è un ente di diritto privato, quella di D’Amato che al contrario ha affermato che invece è un ente di diritto pubblico. Quale sarà la verità? A dirlo sarà la Procura della Repubblica», così dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e componente della commissione Salute. «Ho presentato due interrogazioni, prodotto diverse note stampa, addirittura formulato dieci domande pubbliche a Zingaretti e D’Amato. Ad oggi non ho ricevuto alcuna risposta da parte della Regione e questo silenzio lascia un’ombra sulla trasparenza e sulla legittimità di diverse nomine a direttori delle Asl e degli ospedali laziali. L’unica cosa certa per quel che concerne la Mastrobuono è che come ex Direttore Sanitario della Fondazione Tor Vergata aveva espresso parere favorevole alla nomina a primario del figlio di Fraioli, in successione del padre, e anche questa incresciosa vicenda da noi denunciata ha contribuito alle dimissioni di Zingaretti da presidente della stessa Fondazione. Ma anche i perché di questo atto sembra debbano restare nell’alone di mistero della sanità di Zingaretti», conclude Santori.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni