Atuttapagina.it

Regione, un milione contro la violenza di genere

«Sono soddisfatta che la commissione Bilancio del Consiglio regionale abbia dato parere favorevole allo stanziamento di un milione di euro alla legge sulla violenza di genere e alla possibilità che la legge possa accedere anche ai fondi europei della programmazione 2014-2020. Un risultato decisivo, per una legge che in questi mesi è stata migliorata e arricchita anche grazie al cammino intrapreso con associazioni e operatori sociali che ho coinvolto nel tavolo provinciale sulla violenza di genere. Stiamo per scrivere un provvedimento incisivo e partecipato, che renderà ogni donna della nostra regione più sicura e libera». A dichiararlo è Daniela Bianchi, consigliere regionale del gruppo “Per il Lazio”.
«Lunedì la legge approderà in commissione per la votazione del testo definitivo. Sarà uno strumento che contrasterà il fenomeno in maniera integrata agendo su più ambiti. Dal punto di vista culturale, per prevenire le violenze, la Regione creerà una rete d’intervento tra Istituzioni, associazioni e scuole per promuovere dei progetti di sensibilizzazione sul tema. Per farlo sarà istituita una cabina di regia e un osservatorio sulle pari opportunità che studieranno le migliori azioni di contrasto alla violenza, anche riguardanti il recupero degli uomini violenti e la tutela dei bambini».
«Sul fronte della protezione delle donne – ha aggiunto Bianchi – la legge sosterrà una rete regionale che collegherà centri antiviolenza, case rifugio e case di semiautonomia, attualmente insufficienti, soprattutto nella nostra provincia. Infine, nella fase di reinserimento delle donne vittime di violenze, la Regione avvierà dei percorsi formativi e lavorativi ad hoc per dare alle vittime la possibilità di conquistare un’indipendenza economica e psicologica. Tutte azioni che saranno contenute nel piano triennale che la Giunta sarà tenuta a redigere, fissando degli obiettivi precisi da raggiungere».
«Dopo l’approvazione del testo in commissione – ha concluso il consigliere – il provvedimento passerà in Consiglio regionale per il voto finale, che farà della legge una delle più importanti contro la violenza e che renderà all’avanguardia e più civile la nostra società in tema di parità di genere».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni