Atuttapagina.it

Riscatto Veroli, Casale Monferrato ko

Dopo tre sconfitte consecutive Veroli trova la forza di rialzare la testa nel match più delicato di questo inizio di girone di ritorno. Contro Casale Monferrato, reduce da sette vittorie nelle ultime dieci partite giocate, la formazione di Ramondino risale la china nella seconda parte di gara dopo un avvio da brividi. I primi due quarti sono tutti di marca Casale, Veroli sembra avere poca benzina in corpo. Ma è solo un’illusione, perché al rientro in campo comincia prima la risalita e poi addirittura il sorpasso fino al +11 dell’ultimo parziale. Merito alla Gzc che non finisce mai di stupire. Due punti fondamentali che rinsaldano la classifica e danno morale. Ma andiamo con ordine. Parte contratta Veroli, sbagliando i primi tre attacchi del match. Dall’altra parte Casale Monferrato fa lo stesso, rompendo gli indugi solo dopo due minuti abbondanti di gioco grazie ad un canestro dalla media distanza firmato Dillard (0-2). L’astinenza da canestro giallorossa viene interrotta però da Cittadini. Suoi i primi due punti del mach che consegnano anche la prima parità (2-2 al 4′) alla Gzc. Le difese la fanno da padrone, ma Dillard sembra essere in serata di grazia. La guardia di Casale trova una tripla quasi da casa sua (2-5). Veroli soffre faticando le pene dell’inferno in attacco. Casale ne approfitta per piazzare il primo break dell’incontro (7-0 di parziale) e volare sino al 4-11. Ramondino, giustamente preoccupato, chiama time out provando anche i primi cambi dell’incontro (Rossi e Blizzard per Casella e Tomassini). I rari canestri della Gzc continuano però ad arrivare solo dal gioco interno. È ancora Cittadini, infatti, ad accorciare le distanze (6-11). Casale appare però incontenibile con la coppia Dillard-Jackson (8-20 al 9′). Veroli prova a scuotersi trovando prima in transizione con Sanders il canestro e il fallo della difesa di Casale (11-20) e poi con Cittadini i due liberi che spediscono le due squadre al primo mini riposo sul 13-20. Al rientro in campo la musica non cambia: Veroli ci prova, ma Casale non molla un centimetro (26-33). Anzi la squadra di Griccioli ne approfitta per aumentare ancora di più il suo vantaggio grazie ai canestri del solito Dillard (27-35 al 19′). Due canestri in fila di Samuels spediscono le due squadre negli spogliatoi con il punteggio di 31-37 in favore di Casale. Al rientro sul parquet però è ancora Casale Monferrato a prendere il largo (33-42) grazie ai punti firmati Martinoni. Il lungo ex Varese la fa da padrone sotto canestro, creando non pochi grattacapi a Veroli. Tomassini prova a dare la scossa caricandosi la squadra sulle spalle con tre canestri di fila che tengono Veroli attaccata al match (39-45). La Gzc prova a rientrare sospinta anche dal pubblico del “palas”. A metà frazione il divario tra le due squadre è di appena due possessi pesanti (41-47). Una “bomba” firmata da un incontenibile Tomassini e un fallo di sfondamento fischiato a Dillard restituiscono entusiasmo a Veroli, che con Cittadini trova anche il canestro del -3 (46-49 al 27′). Bruttini prova a interrompere il digiuno di Casale, ma è solo un fuoco di paglia. Veroli viaggia sulle ali dell’entusiasmo e quando Sanders trova la tripla del -2 (49-51) il “palas” è un’autentica bolgia. Sul successivo attacco Casale butta l’ennesimo pallone e Tomassini è abile ad andare a prendersi il fallo della difesa di Casale. Dalla lunetta l’ex Ferentino non sbaglia siglando la parità (51-51). Gli ultimi 100 secondi si aprono ancora con un canestro di Bruttini a ribadire il vantaggio di Casale. La partita è bella ed emozionante: Veroli appare trasformata, Tomassini addirittura di un altro pianeta. È ancora il playmaker giallorosso dalla lunetta a siglare la parità in campo (53-53). Casale è totalmente nel pallone e Veroli ne approfitta per mettere la freccia prima con Cittadini (55-53) e poi con una tripla di Rossi dopo l’ennesimo attacco sbagliato dalla Novipiù (58-53). All’ultimo mini riposo Veroli è avanti di 3 (58-55).
Gli ultimi dieci minuti si aprono con un canestro di Amato che ridà ossigeno alle speranze di Casale (58-57). Ci pensa però Marco Rossi a ristabilire le giuste distanze (61-57 al 32′) con una tripla di fondamentale importanza. Ora Casale soffre l’aggressività di Veroli in difesa, mentre in attacco la formazione di coach Marco Ramondino appare decisamente molto più efficace. Blizzard trova ancora un canestro dalla lunga distanza che spedisce i giallorossi al massimo vantaggio del match (65-57 al 33′). L’inerzia della partita è tutta dalla parte della Gzc, che ne approfitta per aumentare il suo vantaggio (71-60 al 37′) grazie all’ennesima tripla firmata Brett Blizzard. Gli ultimi minuti sono pura e semplice formalità per Veroli, che controlla agevolmente la partita e torna così a festeggiare la tanto sospirata vittoria. Finisce 77-68. (Gianluca Bucci – Ufficio Stampa Basket Veroli)

GZC VEROLI: Sanders 17, Cittadini 12, Rossi 12, Tomassini 13, Samuels 12, Giammò ne, Blizzard 9, Casella, Fabiani ne, Carenza 2. Allenatore: Ramondino.
NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Casini 3, Giovara 4, Bruttini 10, Di Prampero ne, Amato 2, Dillard 19, Martinoni 7, Cutolo 10, Fall 2, Jackson 11. Allenatore: Griccioli.
Arbitri: Perretti, Belfiore, Loscalzo.
Spettatori: 1.260.
Parziali: 13-20, 31-37, 58-55, 77-68.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni