Atuttapagina.it

Sei di Frosinone se, dopo lo Struscio sarà alla Radeca

Un fenomeno che cresce ogni giorno di più. E’ quello di “Sei di Frosinone se…” che ha avuto inizio su Facebook come una semplice comunità di nostalgici e appassionati della storia, della cultura e delle tradizioni del capoluogo e che è ben presto diventato qualcosa di molto più importante.
Oggi sul social network ci sono già quasi 15.000 utenti iscritti al gruppo. Frusinati per la maggior parte, ma anche di altre città che hanno in simpatia Frosinone e la Ciociaria. Nel frattempo l’idea nata per coinvolgere quante più persone possibili è diventata un’associazione culturale su precisa volontà del suo fondatore Alessandro Vigliani, colui che ha messo in moto questo straordinario fenomeno. Lo scrittore frusinate è diventato il vicepresidente dell’associazione, mentre il presidente è Massimiliano Gramaglia. E un ruolo importante lo ricopre anche Gerardo Frantellizzi.
“Sei di Frosinone se…” ha immediatamente dato vita al primo evento, che potrebbe essere definito storico per Frosinone: tornare a far rivivere il celebre “Struscio in Provincia”. L’appuntamento tra viale Marconi, Sant’Antonio e Corso della Repubblica è fissato per sabato 22 alle 17. I frusinati si riapproprieranno dei luoghi simbolo delle passeggiate di giovani e meno giovani negli anni Ottanta e Novanta.
Ma non solo, perché “Sei di Frosinone se…” sarà presente anche alla Festa della Radeca, il celebre appuntamento del Carnevale frusinate in programma il prossimo martedì 4 marzo. L’associazione culturale “Sei di Frosinone se…” parteciperà all’evento con un gruppo di radecari. Su Facebook si stanno raccogliendo le adesioni, che possono essere fatte pervenire anche alla mail ufficioradecari@gmail.com. Sarà, dopo quella dello “Struscio”, la seconda “uscita” dell’associazione, che ormai ha catturato l’interesse di migliaia di persone. Dall’entusiasmo e dalla massiccia partecipazione appare del tutto evidente che di una così bella iniziativa c’era bisogno. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni