Atuttapagina.it

Sei di Frosinone se… lo Struscio è un trionfo

Frosinone ha riavvolto il nastro del tempo ed è tornata indietro di venti o trenta anni. Per una sera il capoluogo e i suoi cittadini si sono ripresi i luoghi dello “Struscio”, quelli compresi tra l’amministrazione provinciale in piazza Gramsci e Corso della Repubblica almeno fino al bivio con via Ciamarra. Si è tornati indietro agli anni Ottanta e Novanta, quando i ragazzi affollavano viale Marconi e facevano le “vasche” chiacchierando tra loro.
In migliaia hanno risposto all’idea lanciata dal fondatore del gruppo di Facebook “Sei di Frosinone se…” Alessandro Vigliani. La “Provincia” si è ripopolata di frusinati – ma tanti erano anche i cittadini degli altri centri del territorio provinciale – e, per una volta almeno, la città è stata riconquistata da chi la abita. Non è un’esagerazione se si afferma che per Frosinone abbiano fatto molto di più il fondatore di “Sei di Frosinone se…”, nel frattempo cresciuto e trasformatosi in associazione culturale, e tutti coloro che lo hanno aiutato in questa bellissima giornata rispetto ai tanti amministratori che hanno contribuito ad impoverire culturalmente la città.
Grazie a questo evento gli attuali trentenni, quarantenni e cinquantenni hanno potuto fare un salto nel passato, tornando a quando erano adolescenti e l’attuale tecnologia, un po’ alienante, ancora non c’era. Ci si divertiva e ci si distraeva in maniera semplice, nell’accezione più bella dell’aggettivo “semplice”. I giovanissimi, invece, hanno potuto vedere che il sabato sera Frosinone può offrire qualcosa di diverso rispetto al “rifugio” dei centri commerciali.
Alla fine è stata una serata riuscitissima: lo si poteva cogliere dai commenti di chi c’era, dai loro sguardi e dai sorrisi. Il capoluogo può tornare a vivere anche, se non soprattutto, grazie a questi eventi. Sei di Frosinone se… allo Struscio c’eri. (Gabriele Margani)

Foto di Loredana Maritato

 

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni