Atuttapagina.it

Bisonti e Volsci gemellati, il rugby oltre ogni barriera

Doveva essere una presentazione formale di un progetto sociale, il gemellaggio tra i Bisonti Rugby Frosinone e la Volsci Rugby Sora: è stato qualcosa di più.
A fare gli onori di casa il vicesindaco Nicoletta Anastasio, che ha sottolineato come il Comune di Frosinone abbia più volte sostenuto le lodevoli iniziative promosse dall’associazione Gruppo Idee e sviluppatesi grazie all’appoggio della Casa Circondariale, da quelle legate allo sport a quelle inerenti la salvaguardia dell’ambiente mediante opere di bonifica delle aree verdi ad opera di detenuti. Seduto al fianco del vicesindaco l’assessore allo Sport Gianpiero Fabrizi; a coordinare gli interventi e a fare da moderatore il giornalista Roberto Monforte.
Primi ad intervenire dopo il vicesindaco i presidenti delle due società, Germana De Angelis per i Bisonti Rugby Frosinone, e il dottor Fava per la Volsci Sora Rugby, entrambi spiegando le motivazioni di questo gemellaggio: l’idea comune di diffondere i valori del rugby sul territorio come mezzo di crescita e riabilitazione personale e sociale. Le società hanno promesso di dare un segno visibile della loro unione partendo da allenamenti congiunti delle due squadre all’interno dell’Istituto di pena.
Si è assistito poi alla proiezione di un coinvolgente video realizzato dal Gruppo Idee, sintesi del match disputato dalle due squadre durante il campionato, e subito l’atmosfera è diventata più familiare, le immagini forti hanno provocato grandi emozione nei partecipanti.
Dopo gli interventi della direzione della Casa Circondariale, del direttore Cocco, della vicedirettrice Pesante e del comandante di reparto, commissario Rocco Elio Mare, che hanno speso parole positive per il progetto, per il suo forte impatto sociale sui detenuti e per l’operato dell’associazione Gruppo Idee, auspicandone la prosecuzione, la parola è passata al dirigente nazionale dell’Asi per le attività in carcere.
La voce emozionata e sincera di Luigi Ciavardini ha toccato gli animi di tutti: «Stare dalla parte dei giusti è facile – ha commentato Ciavardini -. Portare avanti dei progetti ambiziosi, in situazioni difficili che nessuno vuole, è un’altra storia. Ringrazio tutti coloro che stanno contribuendo alla realizzazione di questo progetto, dagli operatori penitenziari a Germana, ai ragazzi che hanno raccolto quella palla ovale che noi, Asi, due anni fa abbiamo tirato fuori dal fango. Grazie a questo sport questi ragazzi stanno crescendo e stanno dimostrando ogni giorno che si può cambiare e quanto valgono. Oggi è una grande vittoria».
A dimostrazione della riuscita del progetto era presente Renato, uno dei giocatori più importanti della squadra dei Bisonti, oggi libero, già simbolicamente convocato per scendere in campo con i Volsci.
Proprio il sogno di giocare contro e allo stesso tempo insieme sul futuro campo del Sora è stata la proposta lanciata dal mister Santucci, allenatore del Sora, seguito dalle parole dell’allenatore dei Bisonti, mister Aleandro Villalon, che si è detto orgoglioso di allenare i Bisonti.
A sposare in pieno l’iniziativa è stata la Banca Popolare del Frusinate, rappresentata da Luigi Conte, che ha confermato la volontà di sostenere sempre progetti validi, in grado di trasmettere valori sociali ed educativi per il territorio.
Presente anche il responsabile provinciale del Coni, dottor Mignardi, il quale ha sottolineato come questo progetto si sposi in pieno con l’operato del Coni stesso, da sempre attento e promotore di iniziative del genere.
Infine, per dare un futuro certo alla squadra dei Bisonti, il dottor Santamaria della Federazione Italiana Rugby ha già riconfermato l’iscrizione della squadra dei Bisonti al prossimo campionato di Serie C ed ha premiato entrambe le squadre per il gemellaggio, omaggiandole con riconoscimenti ufficiali e diversi gadgets.
Una bella pagina di sport è stata scritta.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni