Atuttapagina.it

Carla Marcotulli ospite di Friday Live Music a La Saletta di Frosinone

Prosegue a La Saletta di Frosinone la rassegna Friday Live Music, manifestazione realizzata in collaborazione con il Conservatorio “Refice” – fortemente voluta dal direttore Ramunto – e patrocinata dal Comune di Frosinone.
Domani, alle 21:30 con ingresso gratuito, sarà la volta della band guidata da Carla Marcotulli per il secondo appuntamento del calendario jazz curato dal docente Ettore Fioravanti. La scaletta della serata attingerà a piene mani dalle colonne sonore di film: tra i brani previsti, per citarne alcuni, “Cosa sono le nuvole” (scritta da Modugno e Pasolini per l’omonimo episodio contenuto nel film collettivo “Capriccio all’italiana”), “I’m calling you” da “Bagdad cafè”, “Nothing to lose” di Henry Mancini, tratto dall’esilarante film “Hollywood Party” con Peter Sellers, “Metti, una sera a cena” del maestro Morricone scritto per il film omonimo diretto da Giuseppe Patroni Griffi. Non mancheranno neppure pezzi dall’intensa atmosfera come “I’m thru with love” (standard amatissimo), “Autoritratto” (firmato dalla sorella di Carla, Rita Marcotulli), “Smile” (Michael Jackson) e “Spaghetti a Detroit” (Fred Bongusto).
Carla Marcotulli, romana di nascita, ha frequentato il Conservatorio “Refice” dove ha studiato flauto per 5 anni, seguendo il corso di musica Jazz diretto dal M° Gerardo Iacoucci, cantando come solista sia nel coro Gospel che nella Big Band del Conservatorio. Agli inizi degli anni ’80 si esibisce nei jazz club della Capitale accanto ad artisti jazz quali Massimo Urbani, Giovanni Tommaso, Rita Marcotulli, Danilo Rea. Nell’83 partecipa al Jazz Festival di Roma a fianco di Chet Baker. Nell’84 partecipa alla registrazione del disco “Things” di Furio Di Castri con Enrico Rava, Maurizio Giammarco, Flavio Boltro, sua sorella Rita, Aldo Romano, Roberto Gatto e Maurizio Lazzaro. Nell’86 esce un disco a suo nome per la Fonit Cetra dal titolo “Flying”. Contemporaneamente alla sua attività nell’ambito del jazz, intraprende lo studio del canto classico e più tardi si diplomerà in canto al Conservatorio di musica “Marcello” di Venezia. Nell’88 partecipa ad una delle ultime incisioni di Chet Baker “Chet on Poetry” per la BMG. Nello stesso anno è in tournée con una cantata di Nicola Piovani diretta dallo stesso autore. Dall’80 ad oggi si è esibita in tutto il mondo, collezionando numerose collaborazioni con artisti jazz italiani e stranieri. È docente di canto Jazz al Conservatorio di Frosinone e di Rovigo.
Con lei saliranno sul palco Alessandro Beato (batterista oltre che arrangiatore, turnista e docente nell’ambito di diversi laboratori musicali), Nicola Guida (pianista, arrangiatore, compositore), Edoardo Bombace (bassista molto attivo sulla scena romana).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni