Atuttapagina.it

Consulta femminile: riforma legge elettorale banco di prova per modernità

«Il voto di lunedì sull’emendamento presentato dalle parlamentari di tutti gli schieramenti politici per avere liste alternate uomo-donna in misura del 50% sarà la prova per l’opinione pubblica italiana, per le donne italiane e per l’immagine del nostro Paese all’estero, della volontà dell’attuale classe politica parlamentare a voler affermare modernità e democrazia». E’ quanto dichiara la Consulta regionale femminile del Lazio a sostegno di tutte le parlamentari impegnate nell’esame della riforma della legge elettorale.
«Le donne – continua il messaggio – non accettano più lo scudo degli uomini per non far avanzare la democrazia in un Paese per donne e uomini, privandolo delle competenze femminili».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni