Atuttapagina.it

Frosinone, affidata a società esterna l’illuminazione pubblica

Nell’ottica di una politica di risparmio ed efficientamento energetico l’amministrazione comunale di Frosinone porterà venerdì in Consiglio le linee guida per la concessione a terzi del servizio di pubblica illuminazione, attraverso il pagamento di un canone fisso annuale inferiore di circa il 20% rispetto agli attuali consumi.
La Giunta Ottaviani, grazie al lavoro svolto dallo staff e dal dirigente Antonio Loreto, su indicazione dell’assessore Fabio Tagliaferri, si pone come obiettivo strategico e primario quello di una nuova gestione dell’illuminazione pubblica e semaforica tendente, da un lato ad una manutenzione ordinaria, programmata e straordinaria degli impianti e dall’altro a favorire il conseguimento di un risparmio energetico ed economico, nel rispetto dei requisiti tecnici e di sicurezza degli impianti e delle norme volte al contenimento dell’inquinamento luminoso e dei costi del servizio. Si punterà a coprire il fabbisogno energetico del Comune tramite, appunto, strumenti di riduzione dei consumi, di risparmio energetico, di efficienza energetica e di messa a norma degli impianti.
«La gestione di oltre 9.000 punti luce sulle vie cittadine è insostenibile con le sole due unità lavorative di cui dispone oggi il Comune. Senza contare che i costi per le lampade hanno raggiunto livelli proibitivi, in tutta Italia, per i Comuni di una certa dimensione – ha commentato il sindaco Nicola Ottaviani -. Concedendo a terzi il servizio, dietro il pagamento di un canone fisso annuale inferiore ai consumi attuali, anche con l’ausilio delle nuove tecnologie, potremmo ottenere il risultato di risparmiare, spendendo meglio, con l’effetto di vedere un numero, sicuramente più alto, di lampioni accesi, sia al centro che in periferia».
Nello specifico il nuovo servizio si occuperà delle seguenti attività: fornitura di energia elettrica, esercizio e conduzione di tutti gli impianti affidati in gestione o installati, accensione e spegnimento degli impianti a mezzo della realizzazione e della installazione di sistemi di telegestione, in grado di segnalare ad una centrale lo spegnimento del singolo lampione. Si procederà alla manutenzione ordinaria e programmata preventiva degli impianti, delle linee elettriche di alimentazione, dei quadri elettrici, dei sostegni e degli apparecchi di illuminazione con il relativo efficientamento, oltre al caricamento dei dati inerenti ai componenti di ogni centro luminoso in una banca dati organizzata su supporto informatico, al fine di favorire una corretta e puntuale segnalazione dei guasti, redazione di un rapporto sull’andamento del servizio al termine di ogni annualità, esecuzione, con cadenza almeno biennale, di diagnosi energetiche volte a fotografare lo stato degli impianti, verniciatura degli impianti con cadenza quadriennale, la prima entro 6 mesi dall’affidamento dell’incarico, secondo le colorazioni e le indicazioni  stabilite dall’amministrazione. (Ufficio Stampa Comune di Frosinone)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni