Atuttapagina.it

Frosinone, il primato logora chi non ce l’ha

Qualche settimana fa era toccato al Perugia e al Lecce. Le due dirette concorrenti del Frosinone per la vittoria del campionato erano entrate in polemica con la società giallazzurra, ottenendo però dalle schermaglie dialettiche pessimi risultati. Il Perugia, infatti, è stato protagonista di un crollo in campionato con due soli punti raccolti nelle ultime quattro giornate. Al Lecce, invece, la risposta fu data dalla Lega Pro, che smentì di aver mai ricevuto dossier sui presunti torti arbitrali nella partita contro il Frosinone: l’amministratore delegato giallorosso Antonio Tesoro non ci fece una bella figura, per usare un eufemismo.
Questa volta è toccato al Grosseto, che ha risposto in maniera piccata ed esagerata a quanto affermato da Curiale dopo la partita di domenica. L’attaccante giallazzurro, autore del gol del 3-0 alla sua ex squadra, aveva “dedicato” la rete al presidente biancorosso Camilli, aggiungendo: «Sono felice per la vittoria e il gol segnato. Ringrazio soprattutto il Grosseto per avermi mandato al Frosinone l’anno scorso». Frasi genuinamente sarcastiche, nulla di più. Ma il Grosseto evidentemente non la pensa allo stesso modo e ha pubblicato sul suo sito ufficiale un comunicato che per contenuto e tono appare francamente sproporzionato rispetto alle parole di Curiale:

In merito alle incaute ed improvvide dichiarazioni rilasciate a svariate testate giornalistiche dal sig. Davis Curiale prima e dopo la gara Frosinone-Grosseto ed aventi ad oggetto dediche e vendette di vario genere e tipo, sarebbe forse il caso che lo stesso sig. Curiale, e come peraltro ripetutamente rammentatogli durante la suddetta gara dai tifosi presenti nel settore ospiti, ricordasse, quantomeno a se stesso, che quando era tesserato in nostro favore, circa alle ore 5 di un giorno di una gara determinante per il prosieguo del campionato, è rimasto coinvolto in un incidente stradale dopo che aveva trascorso l’intera nottata in un noto locale di Siena insieme a tre suoi compari.
Tale fatto comportò l’estromissione dalla rosa della prima squadra e l’adozione di provvedimenti disciplinari.
Evidentemente il sig. Curiale è di memoria corta e bene forse avrebbe fatto ad evitare qualsiasi tipo di dichiarazione facente in particolare riferimento al periodo da lui trascorso in Grosseto dove le tracce che ha lasciato sono purtroppo solo minimamente di natura sportiva e maggiormente di altro genere.

Curiale per quell’episodio pagò con l’estromissione dalla rosa del Grosseto e continuare a ricordare il passato non fa fare una bella figura alla società biancorossa. Che forse, a proposito del passato, prova ancora fastidio per come andò a finire quel famoso giorno dell’11 giugno 2006. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni