Atuttapagina.it

Il Liceo di Ceccano rende omaggio al Grande Torino

«Fate sport, è uno dei modi per costruirvi una vita sana e non lasciarvi abbindolare dai tanti pifferai». Sono le parole che Luigi Gabetto, figlio del grande calciatore del Torino Guglielmo, morto a Superga in quel maggio del ’49 nell’incidente aereo che distrusse la squadra granata e nello stesso tempo la Nazionale italiana, ha rivolto agli studenti del Liceo di Ceccano in viaggio di istruzione a Torino, nella loro sosta a Superga.
Gabetto ha ricordato ai ragazzi cosa fosse il Torino per l’Italia del tempo: una bandiera della ricostruzione dopo gli anni terribili della guerra. Li ha invitati ad avere speranza nel futuro come la ebbero quegli uomini che fecero grande il Torino e quelli che nonostante la tragedia di Superga continuarono a mantenere alto l’ideale dello sport.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni