Atuttapagina.it

Roccasecca, conferenza sulla figura di San Tommaso

Questo pomeriggio alle 17:30, nella sala San Tommaso del palazzo municipale di Roccasecca, si terrà l’incontro con il professor Pasquale Giustiniani dal titolo “Tommaso d’Aquino. Il predicatore. La predicazione nella Napoli tomista”. L’evento è inserito nella ricca programmazione delle celebrazioni in onore di San Tommaso d’Aquino messe a punto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Roccasecca guidato da Alessandro Marcuccilli. Il professor Giustiniani, teologo e filosofo di fama mondiale, è docente di Filosofia Teoretica e della Religione presso la Pontificia Università Teologica dell’Italia Meridionale e presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. E’ uno dei massimi esperti italiani di bioetica e ha condotto studi sul tomismo affiancando l’equipe che attualmente lavora presso l’Università Sorbonne di Parigi alle edizioni critiche delle opere di Tommaso d’Aquino. Proprio questo lavoro critico sulle opere di San Tommaso hanno permesso al professor Giustiniani di formulare un ritratto nuovo sugli anni napoletani di Tommaso d’Aquino.
«L’incontro con il professor Giustiniani – ha dichiarato l’assessore Alessandro Marcuccilli – è un momento per capire meglio il nostro illustre concittadino. I cittadini hanno bisogno, oltre della parte celebrativa e tradizionale dei festeggiamenti, di comprendere meglio il pensiero e gli eventi storici del Sommo Dottore. Solo con le manifestazioni celebrative, che delle volte corrono il rischio di essere esclusivi momenti autoreferenziali, non si riesce a far luce sul valore, essenziale ed identitario, della figura di Tommaso. Ecco perché in questi anni abbiamo voluto fortemente, come amministrazione, momenti esclusivi totalmente dedicati al contenuto storico e filosofico del grande teologo. Penso che sia necessario, in un contesto di celebrazioni, riuscire a coniugare fede, tradizione e cultura e anche quest’anno la città di Roccasecca, città natale di San Tommaso, è riuscita nel suo intento. Invito tutti i miei concittadini a cogliere questa opportunità, un modo per conoscere maggiormente il nostro amato concittadino».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni