Atuttapagina.it

Universitari a lezione di sindacato dalla Cisl di Frosinone

Il sindacato incontra i giovani. Per la Federazione Cisl Università della provincia di Frosinone una scelta non casuale, che stavolta ha coinvolto però interlocutori meno consueti del solito: gli studenti.
Un’esperienza fuori dell’ordinario quella che ha visto la Cisl di Frosinone ospitare gli studenti dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale iscritti al master di 1° livello in “Gestione etica delle risorse umane” per una singolare lezione itinerante.
L’Ateneo di Cassino, avvalendosi della collaborazione della Federazione Cisl Universitaria provinciale, ha affidato 8 ore di lezione sulle Relazioni sindacali al segretario Cisl di Frosinone, Alessandra Romano, la quale, stravolgendo un po’ i canoni della lezione frontale, statica e poco partecipata, ha accolto gli studenti nella sede della Cisl provinciale in un percorso formativo blended learning, strutturato in classroom learning e simulazioni in ufficio (Inas, Caf, Adiconsum, Ufficio Vertenze).
Grande soddisfazione per il Segretario Provinciale Francesco Cuzzi, che ha dichiarato: «I contenuti del costrutto formativo hanno evidenziato come le Relazioni Sindacali rappresentino uno strumento per governare il rapporto che viene a realizzarsi tra le parti (sociali, datoriali, istituzionali) tramite un soggetto intermedio, il sindacato, rappresentante delle istanze e degli interessi dei lavoratori e/o di una comunità. Pertanto le Relazioni Sindacali sono tenute in prevalenza da rapporti fra soggetti collettivi, generalmente organizzati. Tutto questo, unito ad alcune competenze trasversali, quali la comunicazione interpersonale, la capacità di ascolto e di mediazione, la capacità di negoziazione e di teamwork, consente di incidere sulla tenuta dei diritti fondamentali dei lavoratori e delle persone».
Agli studenti è stato spiegato e mostrato come il sindacato territoriale rappresenti il sale alchemico della partecipazione, si inserisce nella logica di servizio di prossimità come, attraverso le Relazioni Sindacali, si possono creare modelli organizzativi flessibili, adattare esigenze di contesto alla singola unita produttiva, sperimentare forme contrattuali innovative (job sharing, banca delle ore, telelavoro, ecc.), si può superare la dicotomia tra Stato e mercato per sviluppare un sistema di welfare pienamente articolato e costruito, in una logica poliarchica e sussidiaria, nella prospettiva dell’economia civile, responsabile e partecipata.
«La questione centrale per i prossimi anni – spiega Alessandra Romano – sarà etica prima ancora che economica e dovrà occuparsi di garantire forme universalistiche di protezione per creare valore umano, economico, sociale e morale. Attraverso le Relazioni Sindacali si pongono nell’agenda della contrattazione decentrata non solo temi economici, produttivi, di organizzazione del lavoro e di conciliazione vita/lavoro, ma anche questioni di carattere sociale e sanitario. In questo scenario i negoziatori aziendali, i concertatori del welfare locale, sono chiamati alla governance di una complessità che deve tenere in equilibrio l’ampliamento, l’articolazione dei bisogni sociali dentro e fuori le aziende. La contrazione di risorse, la crescente domanda di servizi e la maggiore partecipazione dei lavoratori, dei pensionati e delle loro famiglie e le opportunità che si cominciano a diffondere anche con la contrattazione del welfare aziendale come ulteriore forma di promozione e tutela del benessere del lavoratore e di contesto».
«Questo ambizioso ed articolato scenario si costruisce in quel luogo virtuale che sono le Relazioni Sindacali – conclude il segretario Cisl di Frosinone -. Un’esperienza formativa unica e di elevato spessore culturale, che ha reso la Cisl di Frosinone l’epicentro di propagazione di valori diffusi, un palazzo di vetro trasparente, aperto ad accogliere la collettività che fa sistema nel territorio e crea relazioni».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni