Atuttapagina.it

Autismo, Ferentino si è accesa di blu

Ferentino per la prima volta ha aderito alla Giornata Mondiale dell’Autismo con la manifestazione “Ferentino si accende di Blu”, prevista il 2 aprile come voluto dalle Nazioni Unite.
Un successo sopra ogni più rosea previsione, mercoledì scorso Ferentino ha voluto, al pari delle più grandi città del mondo, unirsi al grido dell’autismo ed alla disabilità in genere.
L’Asd E…sperimento e la Coop. Il Mio Pulcino, promotori ed organizzatori dell’evento, sono stati impeccabili sotto ogni aspetto, nella cura dei dettagli e di tutta la programmazione dell’evento.
Obiettivo centrato, dal palco di piazza Matteotti è stata resa pubblica, da parte dell’onorevole Daniela Bianchi, la proposta di istituzione di una legge regionale sull’autismo, che ha contestualmente incassato la condivisione dell’onorevole Marino Fardelli.
Maurizio Berretta, consigliere comunale di Ferentino, ha commentato con soddisfazione a margine dell’evento: «Un grazie di cuore a tutta la cittadinanza gigliata. Da un’idea e dalla forza dell’associazionismo e del volontariato locale, non solo di Ferentino, abbiamo vissuto una giornata di solidarietà e condivisione, per alcuni tratti emozionante, un urlo dirompente rivolto al sociale. Lo staff di “Ferentino si accende di BLU”, formato da tutte donne, con alla guida Maria Rita D’Amico della Coop. Il Mio Pulcino e Marta Bernardini dell’A.S.D. E…sperimento, investendo il loro tempo e le loro energie hanno regalato alla città di Ferentino il cosiddetto “Blu Day”. Sotto il coordinamento dell’organizzazione tutte le scuole di Ferentino, le associazioni, i comitati di zona, singoli partecipanti hanno formato un corteo “chilometrico” di colore blu che ha attraversato la città; ogni quartiere, anche periferico, è stato colorato di blu. Vorrei ringraziare tutti gli studenti di Ferentino ed i loro insegnanti per le attestazioni di affetto che hanno rivolto ai loro compagni autistici e disabili in genere, già da circa quindici giorni si svolgevano nelle scuole lezioni di consapevolezza dell’autismo; il mio ringraziamento va anche a tutti i partecipanti, alle autorità presenti ed a tutti coloro che ci hanno sostenuto. Abbiamo dimostrato tutti insieme che, anche senza investire un centesimo di danaro pubblico, tutto è possibile. Ferentino è matura e lo sa dimostrare, come mi dice spesso Maria Rita: “La città la devi ascoltare e coccolare”, mentre Marta: “Noi ci siamo e ci saremo sempre”. Il mio augurio è che ogni giorno dell’anno ognuno di noi sia solidale con chi ha più bisogno. L’Istituzione è presente, da qualche anno stiamo lavorando ad importanti progetti in ambito scolastico e sociale e nel breve futuro ci saranno importanti novità».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni