Atuttapagina.it

Confimpreseitalia: istituzioni diano servizi a imprese

«Le imprese della provincia di Frosinone non sono delle realtà da “spremere” fiscalmente, ma una risorsa su cui investire con il potenziamento di infrastrutture e servizi tecnologici territoriali al momento carenti. Ora più che mai le Istituzioni dovrebbero comprenderlo». Così il presidente di Confimpreseitalia Guido D’Amico sull’allarmante quadro provinciale emerso dalla relazione dell’Agenzia delle Entrate del 2 aprile scorso in Senato sul rischio fiscale nei territori italiani. La provincia di Frosinone è stata inserita insieme ad altre 17 (tutte a sud) fra quelle a “rischio totale”, in quanto al rischio massimo di evasione fiscale secondo l’Agenzia si associano quello sociale e indicatori molto negativi per quanto riguarda la situazione delle infrastrutture e dell’accesso a servizi tecnologici. «Bisogna cogliere i giusti segnali da questo studio. Il territorio della provincia di Frosinone non può essere etichettato come terra di evasori. Un’analisi più approfondita di questa relazione dovrebbe essere da stimolo per le Istituzioni affinché forniscano al territorio e al tessuto imprenditoriale, composto in prevalenza da micro e piccole imprese, quegli elementi cruciali per un’exit strategy dalla crisi: infrastrutture e servizi, appunto. In questo senso questo studio dovrebbe rappresentare una “guida” per i vari livelli di governo».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni