Atuttapagina.it

La guerra a Frosinone, una mostra da non perdere

Un successo al di là di ogni più rosea aspettativa. In pochi giorni di apertura la mostra storico-fotografica sulla guerra a Frosinone, organizzata dall’amministrazione comunale nell’ambito delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Liberazione della città, ha visto la presenza di diverse centinaia di frusinati che hanno affollato la sala espositiva di piazzale Vittorio Veneto.
La mostra copre l’arco temporale che va dai mesi precedenti i bombardamenti che hanno investito il capoluogo fino agli istanti immediatamente successivi. Le immagini documentano l’occupazione tedesca, la distruzione della città e il passaggio dei soldati canadesi che hanno liberato Frosinone e delle truppe alleate.
La mostra, che sarà aperta fino all’8 giugno, è arricchita, inoltre, da manifesti dell’epoca, da pagine di giornali italiani e stranieri che parlano dei giorni della guerra nel capoluogo e da oggetti militari degli eserciti che sono passati per Frosinone.
La mostra, realizzata con il prezioso contributo di Maurizio Federico e Paolo Sbarbada, che hanno messo a disposizione il materiale documentale e fotografico e hanno offerto la loro consulenza storica per l’allestimento, è aperta il venerdì e il sabato dalle 16 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. Per gli altri giorni della settimana sarà possibile prenotare la visita, per gruppi di almeno cinque persone, telefonando al numero 0775.265555. Dal 15 maggio all’8 giugno sarà, invece, aperta tutti i giorni, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. L’ingresso è gratuito. L’amministrazione comunale, poi, nell’intento di ricostruire l’archivio storico comunale, andato completamente distrutto a causa dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, e la memoria storica cittadina, chiede, a chi ne fosse in possesso, di mettere a disposizione foto, documenti, filmati, registrazioni, libri e ogni altro tipo di supporto, che, una volta duplicati, saranno restituiti al legittimo proprietario. Sarà il contributo volontario di ogni cittadino per il recupero della nostra storia.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni