Atuttapagina.it

Sei di Frosinone se, ai bimbi sorrisi e uova di Pasqua

Un autentico successo condito dalla piacevolmente chiassosa presenza dei bambini. E’ il risultato di “CoviAMO il sorriso”, l’evento organizzato dall’associazione “Sei di Frosinone se…” e andato in scena ieri alla Villa comunale di Frosinone. Si è trattato di una giornata dedicata ai più piccoli, soprattutto a quelli ospiti delle case famiglia del capoluogo. L’associazione ha regalato ai bambini delle uova di Pasqua e li ha intrattenuti con spettacoli e giochi.
La Villa comunale si è così “colorata” della spensieratezza dei bimbi, che hanno potuto giocare in una calda domenica primaverile. A farli divertire ci hanno pensato i ragazzi del Ludobus della Cooperativa Sociale Altri Colori, che hanno improvvisato giochi per tutti i bambini, e il Mago Cipollone, che ha letteralmente incantato i piccoli con trucchi e magie. Ma anche i componenti del gruppo di Facebook “Sei di Frosinone se…”, dal quale ha preso vita l’associazione, si sono dati da fare per animare la giornata, indossando buffi travestimenti. Alla fine una rappresentanza di sFs ha portato altre uova di Pasqua al reparto pediatrico dell’ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone, perché soprattutto i piccoli pazienti hanno il diritto di sorridere.
Alessandro Vigliani, ideatore del gruppo di Facebook, è felice della riuscita della manifestazione: «Siamo riusciti a regalare ai bambini circa 400 uova, che ci hanno donato semplici cittadini ma anche commercianti e aziende produttrici delle uova. Il ringraziamento va a tutti loro che con un gesto dettato dal cuore hanno permesso di far sorridere i bimbi. E’ stata una giornata speciale, con la Villa comunale che ha ospitato tanti bambini come raramente si era visto in passato. Il nostro prossimo appuntamento è il 21 aprile, quando festeggeremo la Pasquetta sui “pratoni”, nei pressi della zona dell’aeroporto di Frosinone. Sarà l’occasione per soddisfare lo spirito di “Sei di Frosinone se…”: far riscoprire alle persone il gusto di stare insieme». (Gabriele Margani)

Foto di Pamela Cocciolo

 

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni