Atuttapagina.it

Servizio trasporti dipendenti Fiat, Cisl in prima linea con una task force

Si è tenuto nei giorni scorsi presso la sede della FIM-CISL di viale Bonomi a Cassino una importante riunione tra la CISL Provinciale, i Segretari di Categoria della FIM-CISL e della FIT-CISL, la Federazione dei Trasporti della CISL, insieme ad alcuni delegati sindacali, per discutere delle problematiche riguardanti il servizio trasporti dei dipendenti Fiat e delle aziende dell’indotto.
Alla riunione erano presenti Enrico Coppotelli, segretario provinciale della CISL, Mirko Marsella, segretario territoriale della FIM-CISL, Enrico Capuano e Claudio Pacitti, segretari responsabili dei trasporti. Erano presenti ad esporre tutti i problemi Ludovico Zonfrilli e Pasqualino Conti, RSA dello stabilimento Fiat, nonché membri della commissione servizi aziendale, i quali, da mesi, insieme ai delegati delle altre organizzazioni sindacali, si stanno occupando delle molteplici problematiche che affliggono tale servizio.
Era inoltre presente Renzo Cerrone, RSU FIM-CISL in LEAR, nota ed importante azienda dell’indotto Fiat, il quale ha fatto espressamente richiesta di ottenere il prolungamento di alcune tratte già esistenti presso il polo industriale dove è allocata l’azienda di appartenenza.
Zonfrilli e Conti hanno denunciato ai segretari preposti una serie di disservizi che nell’ultimo periodo hanno afflitto i lavoratori dipendenti Fiat e dell’indotto che utilizzano come mezzo di trasporto le navette Cotral. In particolar modo i due delegati hanno denunciato il fatto che le corse vengono improvvisamente a mancare e spesso i lavoratori hanno atteso invano l’arrivo della navetta davanti ai cancelli della fabbrica dopo una dura giornata di lavoro: magari sotto la pioggia in piena notte dopo il turno pomeridiano.
Questa problematica si è verificata troppo spesso, tanto da suscitare la rabbia dei lavoratori, i quali si sono rivolti alle organizzazioni sindacali in cerca di risposte al problema.
La FIM-CISL, attraverso i delegati sindacali, ha raccolto le istanze e lo scorso venerdì ha fatto assumere impegni importanti ai segretari della categoria trasporti CISL e al segretario provinciale Coppotelli, i quali hanno promesso un intervento che nelle prossime settimane avrà seguito nelle sedi opportune.
Oltre questo la CISL ha messo in essere una vera e propria task force, coinvolgendo più Federazioni di Categoria a risolvere, monitorare e dare soluzione alle problematiche riguardanti il servizio trasporti dei dipendenti Fiat e delle aziende dell’indotto.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni