Atuttapagina.it

Tre giorni al match col Lecce, il Frosinone è pronto

Due settimane per ricaricare le batterie. Sembra aver fatto bene al Frosinone la pausa forzata dovuta al turno di stop. Con l’arrivo del primo caldo, contro la Salernitana la squadra aveva faticato sotto il profilo atletico. Era necessaria una sosta per qualcuno che maggiormente ha speso in questo campionato, senza avere praticamente mai il tempo per tirare il fiato. E’ il caso dei fratelli Ciofani, in particolare, ma non solo il loro. Il Frosinone ha staccato la spina per qualche giorno e poi ha ripreso con intensità a preparare l’ultima decisiva parte di campionato.
Al primo appuntamento, quello di domenica contro il Lecce, i leoni ciociari sembrano arrivarci con uno spirito rinfrancato dopo la delusione subita nell’ultima giornata di campionato disputata. La squadra di Stellone appare carica al punto giusto, senza cali di concentrazione ma anche senza eccessive pressioni che potrebbero essere nocive. I giocatori lo sanno cosa c’è in ballo, inutile caricarli di altre responsabilità. E comunque a Lecce chi avrà molto più da perdere è la formazione giallorossa, che non ha praticamente più bonus da giocarsi.
Il Frosinone, dunque, è pronto. E pronti lo sono anche i tanti tifosi che si preparano a partire per questa trasferta. E’ difficile al momento quantificare il numero di sostenitori giallazzurri al seguito della squadra, ma saranno davvero tanti, questo è certo. Il pubblico canarino sta cercando di trasmettere al tempo stesso coraggio ed entusiasmo ai giocatori e sotto questo punto di vista l’atmosfera che si respira in città sembra riportare al clima delle stagioni migliori del Frosinone, quelle che negli ultimi dieci anni hanno visto più successi che sconfitte da parte dei leoni.
Il Lecce allora non deve far paura, anche perché il Frosinone sa come fare per batterlo visto come andò a finire all’andata. E’ bene che la squadra di Stellone rispetti gli avversari per la Serie B, però dovranno essere le concorrenti alla promozione diretta a temere i giallazzurri.

Foto di Martina Terrinoni

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni