Atuttapagina.it

Comune di Frosinone: ecco come sarà il nuovo stadio Casaleno

CasalenoNel segno della concretezza e del perseguimento dell’interesse pubblico e sportivo la Giunta Ottaviani, nella seduta di mercoledì, ha proceduto all’approvazione di ben dieci delibere inerenti il costruendo stadio Casaleno, che dovrà ospitare gli impegni ufficiali del Frosinone Calcio. L’esecutivo comunale ha licenziato atti che completano di fatto il percorso amministrativo dell’opera, per cui adesso si potrà passare, in un breve lasso di tempo, alla seconda fase operativa con l’appalto e la realizzazione delle opere previste.
Il nuovo impianto avrà una capienza di circa 13.000 posti a sedere, con possibilità di ampliamento a 16.000 spettatori (minimo richiesto per la Serie A) con raccordi curvilinei in caso di approdo della compagine sportiva in massima serie. Avrà quattro settori: la tribuna centrale, i distinti e le due curve dei quali i primi due saranno coperti. Allo scopo di evitare le interferenze fra le lavorazioni da realizzare sullo stadio Casaleno e la dismissione dello stadio Comunale, conosciuto anche come Matusa, è prevista l’acquisizione ex novo delle tribune e delle recinzioni, utilizzando la vendita dei corrispondenti elementi installati allo stadio Comunale a parziale pagamento del prezzo, con la procedura della permuta parziale con scansione temporale fra la realizzazione delle tribune e l’attivazione dello stadio Casaleno e lo smontaggio degli elementi installati allo stadio Comunale, in maniera tale che le operazioni non si sovrappongano.
Il programma di interventi prevede:
– opere di manutenzione straordinaria del blocco tribune esistente, senza modifiche strutturali che ne rendano necessario un nuovo collaudo, finalizzate a rendere utilizzabili i blocchi spogliatoio e gli impianti;
– esecuzione e completamento degli impianti tecnologici allo scopo di evitare successivi interventi di rifacimento;
– ricostruzione del terreno di gioco in erba naturale e dei drenaggi in maniera tale da renderlo efficiente ed idoneo alla disputa delle competizioni agonistiche, al fine di evitare successivi ed ulteriori interventi di rifacimento a breve;
– perimetrazione delle aree necessarie alla realizzazione o installazione delle nuove tribune per i settori distinti, curva nord e curva sud;
– realizzazione delle piattaforme di calcestruzzo armato idonee sia al loro utilizzo temporaneo quali aree scoperte pluriuso, sia per la successiva autonoma collocazione di tribune;
– eventuale adeguamento antisismico della tribuna esistente;
– realizzazione dell’impianto di illuminazione.
Le spese saranno coperte con la permuta delle strutture prefabbricate dello stadio Comunale e con la rimodulazione di mutui contratti e mai utilizzati e di residui di mutui parzialmente spesi contratti con la Cassa Depositi e Prestiti per un totale, questi, superiore ai due milioni e mezzo. Inoltre, ad integrazione delle risorse provenienti da mutui potranno essere utilizzati i proventi derivanti dall’affitto o dall’affidamento in gestione di attività o locali esistenti o da realizzare nell’ambito del complesso sportivo, oltre che dai canoni di affitto del complesso per le attività agonistiche o di spettacoli. (Pietro Pagliarella – Portavoce sindaco di Frosinone)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni