Atuttapagina.it

Festival Francesco Alviti, si parte mercoledì

Francesco AlvitiUn grande pianista, la sinfonia dei Queen, il rombo delle percussioni, un palco all’opera e poi bande, orchestre, quartetti: tutta la musica degli amici di Francesco per ricordarlo a cinque anni dalla morte. E’ il Festival Francesco Alviti, che, giunto alla VI edizione, prenderà il via mercoledì e si concluderà il 3 luglio in piazza San Giovanni, a Ceccano: oltre 500 artisti in scena per dichiarare ancora una volta la loro amicizia a Francesco, per affermare il loro amore per la musica, per dire forte che la musica è motivo di vita, di amicizia, offerta di bellezza e di piacere. Si comincerà il 25 giugno con la Queen Symphony, un omaggio alla grande musica dei Queen, nell’opera di Tolga Kashif: ad interpretarla due prestigiose formazioni, il Concentus Musicus Fabraternus Josquin Des Pres, diretto da Mauro Gizzi, e l’Orchestra di fiati Città di Ferentino, diretta da Alessandro Celardi. Un appuntamento da non mancare. Il giorno dopo saranno di scena i percussionisti dell’Ensemble del Conservatorio di Frosinone, diretti da Antonio Caggiano. In programma Lab in time, direttamente dall’Auditorium Parco della Musica di Roma, una divertentissima lezione sul suono e le sue caratteristiche. Ai percussionisti succederanno gli Ika brothers, la big band capace di travolgere il pubblico con le proprie canzoni e di offrire una splendida serata di musica. Il 28 giugno il Festival si sposterà ad Amaseno, in omaggio all’avvio delle celebrazioni per il 400° anniversario del miracolo della liquefazione del sangue di San Lorenzo, la preziosa reliquia conservata nella Collegiata di Santa Maria Maggiore. Di scena la Amaseno Harmony show band, diretta da Natalino Como. Il 29 giugno serata dedicata a Mozart, con il pianista Gesualdo Coggi, vincitore del Premio Busoni di Bolzano, che interpreterà alcuni concerti del compositore salisburghese, accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Francesco Alviti, diretta da Mauro Gizzi. Il giorno successivo sarà di scena la Banda giovanile di Ferentino, diretta da Luigi Bartolini. Il 1 luglio serata dedicata all’opera lirica con Un palco all’opera, presentato dai solisti del Concentus Musicus Fabraternus Josquin Des Pres. Il Festival andrà poi verso la sua conclusione con due serate dedicate alla musica bandistica: il 2 con la Banda Musicale di Ceccano, diretta da Adamo Bartolini, cui seguirà il 3 luglio la Banda Municipale di Villa Santo Stefano, diretta da Luigi Bartolini. Centinaia di musicisti in scena, gratuitamente, per ricordare il loro amico Francesco, un miracolo della musica.

Festival Francesco Alviti

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni