Atuttapagina.it

Regione, 100 mila euro per iniziative su sicurezza e legalità

Regione LazioLa I Commissione del Consiglio regionale ha dato parere favorevole a una delibera di Giunta con cui si stanziano 100 mila euro a favore di iniziative individuate dall’Osservatorio tecnico scientifico per la sicurezza e la legalità della regione Lazio.
Il provvedimento è stato illustrato dall’assessore regionale alle Pari opportunità, Autonomie locali, Sicurezza, Concettina Ciminiello, la quale ha spiegato che la delibera attua alcune disposizioni contenute nell’articolo 8 della legge regionale “Promozione di interventi volti a favorire un sistema integrato di sicurezza nell’ambito del territorio regionale”. In particolare, le risorse verranno utilizzate per finanziare sei progetti proposti dall’Osservatorio:
1) ricerca sulla presenza delle mafie nel Lazio (massimo 25.000 euro, da affidare a Ente/Università/Centro di ricerca/Fondazioni con competenza in materia di criminalità organizzata);
2) elaborazione di una mappa del rischio che individui le zone del territorio regionale più esposte ai fenomeni della criminalità e ricerca sui dati e tendenze relative alle diverse fattispecie di reati (massimo 15.000 euro, da affidare a Ente/Università/Centro di ricerca/Fondazioni con competenza in materia di criminalità e indagini sociali);
3) ricerca su vecchie e nuove strategie imprenditoriali della criminalità organizzata nel Lazio – Focus riciclaggio (massimo 10.000 euro, da affidare a Ente/Università/Centro di ricerca/Fondazioni con competenza in materia di criminalità e indagini sociali ed economiche);
4) “Legalidea” – Concorso per le scuole secondarie superiori su legalità e cittadinanza consapevole (massimo 15.000 euro, in collaborazione con Ufficio Scolastico regionale e Commissione parlamentare Antimafia);
5) “Stati generali contro le Mafie nel Lazio” (massimo 30.000 euro);
6) evento sul bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri (massimo 5.000 euro).
Nel corso della stessa seduta la Commissione ha anche iniziato l’esame della proposta di legge regionale n. 69 del 17 settembre 2013 (“Riordino dell’associazionismo comunale e soppressione delle comunità montane”), approvando l’articolo 1 con due emendamenti.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni