Atuttapagina.it

Ritiro della IHF Volley, il patron Iacobucci: indifferenza dal Comune

IHF Volley Iacobucci«Il palasport di Frosinone avuto a titolo gratuito come ho letto dalle parole di un consigliere di maggioranza? Non mi sembra proprio. Anzi, la totale sordità dell’amministrazione frusinate alle nostre esigenze è stata una delle cause che ci hanno portato a dire stop con la Serie A di volley a Frosinone». In un’intervista rilasciata all’edizione di Frosinone del quotidiano Il Messaggero Lucio Iacobucci, presidente dell’IHF Volley, spiega i motivi che lo hanno portato a non iscrivere la squadra al campionato e a cedere il titolo a Scandicci.
L’affondo di Iacobucci nei confronti dell’amministrazione comunale è durissimo: «Abbiamo portato il nome di Frosinone al livello più alto di uno degli sport di squadra più popolari e seguiti, sfidando piazze storiche. Abbiamo portato a vivere e giocare a Frosinone giocatrici di altissimo livello, che hanno parlato in maniera apprezzabile di questa città e della nostra società anche davanti a palcoscenici mondiali (il riferimento è alla presenza di Veronica Angeloni sul palco dell’ultimo Festival di Sanremo), eppure dagli amministratori della nostra città non abbiamo ricevuto nessun aiuto, ma solo sordità alle nostre istanze e diffide. Tutto ciò è confermato dal fatto che dopo l’annuncio del ritiro della squadra dal campionato c’è stata, e c’è ancora, totale indifferenza da parte della amministrazione comunale».
Ma, dalle parole di Lucio Iacobucci, emerge che non solo le Istituzioni sono venute a mancare: «In questo contesto aggiungiamo la poca ricettività di sponsor ed imprenditori locali, la decisione di fermarsi è stata l’unica possibile».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni