Atuttapagina.it

Sciopero benzinai: oggi niente self service, domani distributori chiusi

BenzinaioNiente “fai da te” fino a questa sera, chiusura totale mercoledì e, dal 21 al 28 giugno, pagamenti solo in contanti. È questa la tabella di marcia dei benzinai in rotta con le compagnie petrolifere per le politiche dei prezzi che definiscono «con tutta evidenza fuori mercato e comunque molto più alti di quelli imposti alle pompe no-logo o a quelle vicine ai supermercati» (riforniti dagli stessi marchi).
L’agitazione è stata proclamata dalle sigle Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio e avrà il culmine domani, con lo sciopero totale su strade e autostrade, proprio nel giorno in cui si riuniscono i petrolieri per l’annuale assemblea dell’Unione petrolifera.
La mobilitazione è, infatti, molto articolata: fino alle 19:30 di oggi chiusura dei self service, con relativo oscuramento dei prezzi “scontati” ad essi collegati e dell’insegna della compagnia. Il giorno dello sciopero vero e proprio, domani, pompe chiuse in città per tutta la giornata, mentre nelle aeree di servizio autostradali fino alle 22. Sempre domani è in programma una manifestazione nazionale dei gestori a Roma.
L’agitazione avrà anche una coda: dalla mezzanotte del 21 giugno alla stessa ora del 28 non sarà accettato alcun mezzo di pagamento elettronico e saranno sospese tutte le campagne promozionali di marchio su tutta la rete ordinaria.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni