Atuttapagina.it

Tutti i colori del libro, Frosinone diventa città della cultura

Tutti i colori del libro«L’obiettivo del festival letterario che inizierà giovedì prossimo è fare della città di Frosinone un punto di riferimento per la cultura. Siamo certi che “Tutti i colori del libro” riuscirà nell’obiettivo e che la seconda edizione, il prossimo anno, sarà ancora più importante e più grande». Così Stefano Pizzutelli, presidente dell’associazione Tutti i colori del libro, che ha organizzato, insieme a Ubik, marchio ideatore dell’iniziativa, il festival letterario omonimo presentato questa mattina alla villa comunale di Frosinone alla presenza degli organizzatori, delle istituzioni che l’hanno patrocinato e sostenuto (Provincia e Comune di Frosinone) e sponsor (Banca Popolare del Frusinate).
Ha preso, poi, la parola, Catia Magnante di Ubik: «Ubik compie oggi sette anni e non potevamo immaginare di festeggiare in modo migliore questa ricorrenza se non con questo festival, un’iniziativa che ci riempie di orgoglio. Grazie alle istituzioni e a tutti gli amici che ci hanno sostenuto, come Umberto Messia, e a tutti gli sponsor. Crediamo molto in questo progetto culturale, inizieremo subito a lavorare alla seconda edizione».
È poi intervenuto il Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi: «Intendo complimentarmi con l’Associazione “Tutti i Colori del Libro” per l’organizzazione dell’omonimo Festival della Letteratura e con il Comune di Frosinone che ha favorito tale iniziativa. Si tratta di un’iniziativa importante e già di ottimo spessore, considerando che si tratta solo della prima edizione. Nei quattro giorni del Festival si alterneranno a Frosinone scrittori di fama che la cittadinanza potrà ascoltare direttamente, opportunità che fino ad ora Frosinone non aveva mai avuto. La nostra provincia ha bisogno di slanci culturali, deve promuoversi attraverso la sua capacità e la sua sapienza e noi siamo fermamente convinti che il volano della cultura ha grande peso anche nei processi economici. Complimenti ancora, dunque, al presidente dell’Associazione Stefano Pizzutelli e al folto gruppo di appassionati che hanno reso possibile la nascita di questa interessante iniziativa alla quale la Provincia di Frosinone, con convinzione, ha concesso il suo patrocinio». Il direttore generale della Banca Popolare del Frusinate, Rinaldo Scaccia, ha ribadito la vocazione dell’istituto ad essere sempre al fianco di importanti progetti culturali: «Iniziative del genere sono preziose perché mettono in moto energie e idee nuove che, attraverso la sinergia tra i diversi attori, pubblici e privati, portano ad attività concrete e fondamentali per la crescita del nostro territorio». L’assessore alla Cultura del Comune di Frosinone, Gianpiero Fabrizi, ha detto: «L’amministrazione comunale di Frosinone ha tracciato un preciso percorso culturale in cui crede molto e che si è già manifestato con le attività messe in campo lo scorso anno. Il nostro capoluogo merita di essere al centro delle attività estive: i nostri concittadini non devono essere costretti ad andare nei comuni limitrofi per assistere a eventi o iniziative culturali di qualità. Qualità che non manca a questa prima edizione del festival Tutti I colori del libro, che, per importanza e rango, verrà istituzionalizzato come fondamentale momento di aggregazione, condivisione e cultura».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni