Atuttapagina.it

FMC Ferentino, Pierich: vogliamo migliorarci

FMC Ferentino Simone PierichTrascorre la sua estate in Italia, con la sua famiglia e i suoi amici che spesso e volentieri sono anche ex compagni di squadra. Simone Pierich sarà anche per la prossima stagione uno dei pilastri del Basket Ferentino, pronto ai nastri di partenza del torneo di A2 Gold 2014-2015.
Simone, la tua conferma era stata anticipata dal patron Ficchi e dallo staff amaranto già diverse settimane fa.
«Sono felice di restare a Ferentino per il secondo anno consecutivo. Sono stato benissimo in questa realtà e con la società. Peccato per quel girone d’andata che ci ha penalizzato oltremisura e che, a giochi fatti, non ci ha permesso di rientrare tra le otto formazioni che hanno disputato i play-off. Abbiamo dimostrato nel girone di ritorno di essere una squadra competitiva, tranne un paio di brutte prestazioni casalinghe. Ripartiremo proprio dal buon girone di ritorno dello scorso anno per fare meglio in questa stagione e regalare soddisfazioni ai nostri tifosi».
La tua scelta professionale ovviamente è partita da un confronto con il coach.
«Ho parlato con Gramenzi prima di partire per le vacanze a fine giugno. Crede in me e ha voluto fortemente la mia conferma. Essere parte di questo progetto mi fa sentire importante e mi dà stimoli nuovi e positivi».
Ferentino ripartirà da tre conferme, Guarino, Bucci e Pierich. Tre veri senatori.
«Siamo un gruppo di senatori con grande esperienza. Guaro e Ryan avevano già lavorato con Gramenzi e la mia conferma quest’anno mi auguro possa agevolare anche il lavoro tecnico sulla squadra che verrà allestita. Partire da questo gruppo di italiani è importante in un campionato così competitivo come quello di A2 Gold».
Siamo all’inizio del mercato. Per ora è arrivata la firma di Biligha, che ne pensi?
«Biligha pur essendo giovane arriva dalla A1 e con un curriculum importante. E’ un giocatore molto diverso da me. Lui ha un fisico molto più atletico. Abbiamo, però, due ruoli che possono convivere, specie nel basket moderno. Sappiamo benissimo che in A2 di centri di peso ce ne sono pochissimi, quindi credo che Biligha sarà una giovane ala grande che a Ferentino potrà fare benissimo».
Il campionato inizia il 5 ottobre, ma ci sono ancora molte incognite.
«Si è vero,l’inizio del campionato è ancora lontano e ci sono ancora squadre che non hanno la certezza di partecipare al prossimo campionato A2. La crisi economica e la poca programmazione a livello federale continua a creare problemi in ogni categoria nel nostro sport e questo non fa bene neanche alla nostra categoria».
Dopo Ferragosto riprende l’attività agonistica. Che stagione sarà?
«E’ presto per dirlo, anche perché il mercato, specie per gli americani, è solo all’inizio. Ferentino, grazie agli sforzi sempre encomiabili del nostro presidente Ficchi, avrà l’ambizione di recitare un ruolo da protagonista in A2 Gold e noi stavolta non potremo commettere errori».
Veroli vive un’estate molto tormentata. La squadra si è iscritta e dunque sarà ancora derby.
«Sappiamo quanto la rivalità sportiva tra le due città alimenti un intero campionato. Ne ho avuto la percezione appena arrivato. Spero che Veroli, anche per il prestigio che ha avuto in questi anni la società, riesca a risolvere i suoi problemi e che i tifosi possano vivere ancora derby tutti ciociari ricchi di emozione».
La società ha deciso di programmare la stagione in sede di mercato con due esterni americani quest’anno. Cambierà il gioco del Ferentino?
«Indubbiamente si. Per me non sarà la prima volta. Anche l’anno della promozione con Casale giocammo con due esterni americani. Spesso sono loro a capitalizzare il gioco, specie offensivo, ma sono certo che coach Gramenzi saprà inserire gli americani che arriveranno a Ferentino nel gruppo di italiani e dare a tutti un gioco di squadra ottimale».
Prima di salutarti un pensiero che vuoi rivolgere ai tifosi.
«Devono credere in noi e nella società e se possibile starci ancora più vicini di quanto fatto lo scorso anno. La società ha fatto e sta facendo tantissimo per dare competitività alla squadra. Vogliamo insieme vincere e toglierci tante soddisfazioni onorando la maglia di Ferentino». (Alessandro Andrelli – Addetto Stampa Basket Ferentino)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni